fbpx

Reggina-Genoa 2-1, le pagelle di StrettoWeb: Hernani-Canotto, wow! Inzaghi azzecca i cambi

Reggina-Genoa Hernani Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb

E’ appena terminato il big match del Granillo tra la Reggina di Inzaghi e il Genoa di Blessin: le pagelle della nostra redazione

La Reggina vince: Genoa battuto e agganciato. Le pagelle di StrettoWeb.

Ravaglia 6.5 – Anche oggi non effettua “vere” parate, ma c’è sempre, è perfetto nelle uscite, bravo coi piedi e trasmette tanta sicurezza.

Pierozzi 7 – Il Genoa attacca più dal suo lato, ma lui non solo è attento, si toglie anche il lusso di spingere. A inizio ripresa una delle sue sortite è fatale, perché provoca il rigore. E’ sempre più prezioso.

Camporese 7 – Impeccabile, pulito, perfetto. Sarebbe anche elegante, ma non può giocare in smoking.

Gagliolo 7 – E’ sfortunato nell’occasione del pari, ma per il resto non commette alcuna sbavatura.

Giraudo 6.5 – Dopo mesi torna titolare e non sbaglia. Poca spinta, tanta sostanza e attenzione.

Fabbian 7 – Oggi non segna. E fa già notizia. La sua prestazione, però, è super: intelligenza tattica, lettura dei momenti della gara e delle situazioni di gioco. Lascia lo spettacolo a Majer e Hernani, lui oggi ci mette i muscoli.

Majer 6.5 – Lo braccano, è sempre pressato e sotto pressione. Per questo, non gioca la sua miglior partita. Ma mette un cioccolatino per Canotto e questo vale da solo tutto il voto.

Hernani 7.5 – Finalmente! E’ la miglior prova da quando è in amaranto. Non sbaglia nulla. Difende, imposta, lotta, fa a sportellate, apre di prima come il miglior Modric. E poi si prende subito quel pallone, che scotta dopo il rigore fallito poco prima, e lo realizza. Samba al Granillo.

Canotto 7.5 – Che giocatona! Stop, se la aggiusta, va sul destro e piazza. Canotto spara a salve al Granillo e poi sfiora un’altra magia nella ripresa.

Ménez 6 – Mezzo voto in meno per quel rigore tirato oggettivamente male, ma fa anche tante buone cose, come il lancio telecomandato a Canotto (come a Pisa) prima di uscire.

Rivas 7 – Turbo-Rivas. E quando va, sai sempre che potrà fare qualcosa di buono. Come il rigore che si conquista. Mette come sempre scompiglio.

dal 70′ Cicerelli 6.5 – Ingresso prezioso nel finale in sofferenza: entra e si mette ala, poi esce Giraudo e fa il terzino a 5 e poi chiude da seconda punta al fianco di Gori.

dal 70′ Gori 6.5 – Idem come sopra. Prezioso perché mette centimetri e freschezza.

dal 70′ Crisetig 6.5 – Mette ordine in un momento delicato.

dal 74′ Cionek 6.5 – Salta al settimo piano circa 15 volte. E si esalta. Guerriero. Dimenticata in poco tempo la prova grigia sempre qui di due settimane fa.

dall’80’ Liotti s.v.

 

All. Inzaghi 7.5 – Chapeau, oggi! Per la prima volta, ed è sinonimo di saggezza, gioca di rimessa. E funziona. La squadra affonda in contropiede e punge. Poi la mossa. Entra Cionek, si mette a 5 e i cambi gli danno freschezza. C’è tanto di suo in questa vittoria.