fbpx

Processo Miramare, giustizia per Angela Marcianò: assolta con la formula piena, unica tra gli imputati | DETTAGLI

Processo Miramare, Angela Marcianò è stata assolta "perchè il fatto non sussiste"

angela marcianò

La Corte d’Appello di Reggio Calabria ha assolto Angela Marcianò, assessore della Giunta comunale di Falcomatà, coinvolta nel caso Miramare in quanto componente della prima Giunta Falcomatà, nonostante avesse denunciato in tempi non sospetti (prima del processo) le irregolarità per la concessione del Miramare all’associazione gestita da amici del primo cittadino.

Oggi pomeriggio angela Marcianò è stata assolta dal reato di falso “perchè il fatto non sussiste” e dal reato di abuso d’ufficio “per non aver commesso il fatto”: è l’unica tra tutti gli imputati ad essere stata assolta, così come era stata l’unica ad aver scelto il processo con rito abbreviato proprio perchè convinta della propria totale innocenza ed estraneità rispetto alle accuse. Tutti gli altri imputati, a partire dal Sindaco Falcomatà, sono stati invece condannati (e quindi sospesi da tutti gli incarichi pubblici) anche nel secondo grado di giudizio, proprio pochi giorni fa.