fbpx

Reggio Calabria, profanata la tomba del Tenente Antonino Panella: città sotto shock

Reggio Calabria: la Polizia Locale è intervenuta al Cimitero di Condera dov'è stata profanata netta notte, la tomba del Ten. Antonino Panella

tomba del Ten. Panella

Nella mattinata di oggi la Polizia Locale di Reggio Calabria è intervenuta presso il cimitero di Condera ove, presumibilmente nella notte, ignoti hanno profanato la tomba del Ten. Antonino Panella, medaglia d’oro al valor militare. È stata infatti divelta la lapide e profanato il loculo contenente i resti mortali. Dopo un primissimo sopralluogo, è stato immediatamente notiziato il sostituto procuratore in turno che ha assunto la direzione delle indagini. A seguito di un’accurata ispezione svolta anche con l’ausilio di personale del servizio cimiteri, la stele è stata ricomposta ed è stata rimessa a posto la lapide.

Antonino Panella è stato un eroe della prima guerra mondiale: nato a Reggio Calabria il 28 novembre 1895 da una famiglia semplice e popolare, è stato arruolato nell’esercito nel 1915 e iscritto nel 48° Reggimento Fanteria. Diventato Tenente della Brigata Messina, morì a soli 21 anni nel tentativo di conquistare il Velibi Krib durante la battaglia della Baiusizza. Il 23 marzo 1919 venne decorato con la medaglia d’oro al valore militare alla memoria. A Reggio Calabria sono intitolate per lui una via del centro storico e uno dei due istituti tecnici industriali, mentre a Fano gli è intitolata la via sede del 94° Reggimento fanteria “Messina”.