fbpx

Mondiali, il Brasile si affida a un… mediano: nel Portogallo c’è una stella e non è Ronaldo | CLASSIFICHE

Casemiro stende la Svizzera e regala la qualificazione al Brasile, Bruno Fernades firma una doppietta e ruba la scena anche a Cristiano Ronaldo

Bruno Fernandes Foto di Josè Sena Goulao / Ansa

Ci si aspetta che la differenza la facciano gli attaccanti, ma alla fine tocca ai centrocampisti portare a casa i tre punti. Nel Brasile, orfano di Neymar, giocano Vinicius, Rapinha e Richarlison, entrano Rodrygo e Gabriel Jesus, ma per battere la Svizzera serve il mediano, il cagnaccio del centrocampo, quello che di mestiere morde le caviglie e non toglie mai la gamba.

Da equilibratore a man of the match, Casemiro abbatte il fortino Svizzero a 8 minuti dalla fine e regala tre punti pesanti al Brasile che mette in cassaforte la qualificazione nel Girone G. Camerun e Serbia, nell’altra gara, si dividono un punto, che serve poco a entrambe, con un pirotecnico 3-3.

Ben più qualitativo l’MVP del Portogallo. Qualità, fantasia, regia, leadership e gol pesanti nelle gambe. Sì, le ha anche Cristiano Ronaldo, ma non stiamo parlando di lui. Contro l’Uruguay a fare la differenza è stato Bruno Fernandes. Il centrocampista del Manchester United ha sbloccato la gara a inizio secondo tempo, poi in assenza di CR7 (sostituito poco prima), ha trasformato il calcio di rigore che ha chiuso i giochi regalando al Portogallo un pass per gli ottavi. Nell’altra gara del girone il Ghana supera 3-2 un’indomita Corea e si regala nuove chance per passare il turno.

Classifica Girone G

  1. Brasile 6
  2. Svizzera 3
  3. Camerun 1
  4. Serbia 1

Classifica Girone

  1. Portogallo 6
  2. Ghana 3
  3. Corea del Sud 1
  4. Uruguay 1