fbpx

Modena-Reggina 1-0, le pagelle di StrettoWeb: Menez illumina, buoni gli ingressi di Hernani e Santander

Reggina-Cittadella Menez Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb

E’ appena terminato il match del “Braglia” tra il Modena di Tesser e la Reggina di Inzaghi: le pagelle della nostra redazione

La Reggina perde a Modena, seconda sconfitta consecutiva: 1-0 firmato Diaw. Le pagelle della nostra redazione.

Colombi 6 – Para? Insomma, è un parolone. Non c’è un’occasione del Modena realmente pericolosa, ma nell’unica, quella del gol, non può arrivare e quindi subisce la rete senza praticamente mai intervenire. Mistero.

Pierozzi 6 – Il giallo (c’è qualche dubbio sulla decisione) lo penalizza ancora, costringendolo alla panchina nella ripresa in luogo di Loiacono. Primo tempo sufficiente, con buona spinta e attenzione in fase di non possesso.

Cionek 6.5 – Al netto della sconfitta, lui è insuperabile. L’osso durissimo è Diaw, che va controllato in velocità e in profondità, ma lui non gliela fa praticamente mai vedere. Poi l’attaccante locale segna ma a difesa schierata. La sua prestazione resta importante.

Gagliolo 6 – Buona prova anche per lui. La Reggina subisce poco ed è merito di una coppia di centrali che al di là della sconfitta di oggi si dimostra fortissima.

Di Chiara 6.5 – Segna un gran gol, ma glielo annullano, poi fa la solita gara e sfiora anche il gol su punizione.

Fabbian 5.5 – Le due gare con la Nazionale, probabilmente, si sono fatte sentire: zero inserimenti e poca lucidità in generale, ma è anche dovuto all’atteggiamento del Modena, passivo all’inizio e molto prudente per tutto il resto della gara.

Crisetig 5.5 – Anche lui così così oggi, anche se nella prima mezz’ora ha praticamente tutto lo spazio per fare ciò che vuole, essendo il Modena molto basso. Poi l’avversario prende metri e lui si vede meno.

Majer 6 – Tra i tre in mezzo sicuramente il migliore, o il meno peggio: dialoga coi compagni, non butta mai la palla, si fa vedere nelle due fasi.

Canotto 6 – Nella prima fase molto spazio dal suo lato, non sfruttato totalmente. Nella ripresa sfiora il gol, ma in generale non oltre la sufficienza.

Ménez 6.5 – Dei tre davanti è sicuramente il migliore e dimostra ancora una volta che con la categoria non c’entra niente: si accende spesso, oggi, e quando lo fa crea pericoli in ogni modo, con assist, conclusioni o guadagnandosi falli in posizione invitante.

Cicerelli 6 – Né infamia né lode, anche se ha dimostrato di essere più incisivo entrando dalla panchina.

dal 46′ Loiacono 5.5 – Entra al posto dello squalificato Pierozzi: si becca un giallo e il gol nasce dal suo lato, in cui sembra troppo passivo e distante dall’autore del cross.

dal 62′ Hernani 6.5 – Col suo ingresso la manovra migliora, la squadra torna ad alzarsi e a creare pericoli. Sa sempre cosa fare.

dal 62′ Rivas 6 – Solitamente quando entra dalla panchina riesce ad essere devastante, ma non era sicuramente al meglio dopo il tour de force con la Nazionale. Così così.

dal 66′ Gori 5.5 – Oggi non si nota il suo ingresso: prova a fare a sportellate ma è oscurato e tocca pochissimi palloni.

dal 79′ Santander 6.5 – Per lui, invece, l’impatto è importante: sfiora l’eurogol a giro, ma il portiere si supera.

All. Inzaghi 6 – L’approccio è praticamente identico a quello pre-sosta: micidiale. Nella prima mezz’ora dominio di campo e di gioco, con gol (annullato), occasioni e possesso. Il Modena va avanti in un momento cruciale del match, con la Reggina sulle gambe. I cambi la raddrizzano, ma l’imprecisione e molta sfortuna la fanno da padrone. Come a Terni, la squadra perde quando va sotto per la prima volta.