fbpx

Premio Rhegium Julii, Versace: “riconoscimento che merita di coinvolgere anche Messina”

Il sindaco facente funzioni ha preso parte oggi pomeriggio alla cerimonia finale di conferimento dei premi dello storico circolo culturale reggino

Premio Rhegium Julii

Il Premio Rhegium Julii merita di varcare i confini reggini ed arrivare dall’altra parte dello Stretto ed avere il giusto riconoscimento nella costruzione dell’Area metropolitana dello Stretto a cui stiamo lavorando intensamente. Oggi, a Messina, proprio in chiusura della Biennale dello Stretto, in molti hanno ricordato l’importanza di questo riconoscimento che è orgoglio reggino e meridionale.

Vogliamo, quindi, che il Rhegium Julii possa essere allargato ai nostri cugini dirimpettai perché è bene condividere momenti di sana cultura con quegli amministratori che operano e lavorano per la crescita dei nostri territori“. E’ quanto ha affermato il sindaco facente funzioni della Città Metropolitana di Reggio Calabria Carmelo Versace partecipando quest’oggi alla cerimonia finale di conferimento dei premi Rhegium Julii 2022.

E’ davvero un onore poter essere qui – ha aggiunto il sindaco ff – siamo orgogliosi di poter sostenere una manifestazione culturale di così alto livello che nel tempo, grazie al lavoro certosino del gruppo di intellettuali che lo promuove e lo porta avanti da tanti anni, è arrivata ad essere uno dei pilastri portanti del circuito culturale cittadino e regionale. Per questo – ha concluso – siamo convinti che questa realtà possa essere esportata, varcando i confini regionali e rivolgendosi alla dirimpettaia Messina. Se nelle nostre azioni mettiamo la caparbietà, la testardaggine e l’umiltà che contraddistinguono i nostri popoli, potremmo vincere ogni sfida nonostante qualcuno continui a volerci far fare un passo indietro“.

Irene Calabrò: “Rhegium Julii voce instancabile della nostra terra. Reggio è viva, questa ne è la dimostrazione”

Voce instancabile della forza della nostra terra. Credo che questa bellissima frase, peraltro riportata nel video di presentazione, sia quella più giusta per sintetizzare lo spirito del Rhegium Julii. Una forza che emerge con la stessa tenacia con cui il premio ed il lavoro culturale del circolo provano a portare in alto nome della Città e della Calabria intera. Il mio invito, quindi, è rivolto a non dimenticare mai i padri fondatori della nostra cultura meridionalista che ci aiutano a lanciare lo sguardo verso il futuro“. E’ quanto dichiara l’Assessore alla Cultura del Comune di Reggio Calabria Irene Calabrò intervenendo quest’oggi alla cerimonia di conferimento dei Premi Rhegium Julii.

Chi, oggi, vuole fare apparire Reggio come una città morta vuole solo mettere una patina oscura sul significato e la bellezza di eventi come il Rhegium Julii – ha aggiunto Calabrò il mio ruolo di Assessora alla Cultura, infatti, permette di confrontarmi, quotidianamente, con tutta una serie di realtà che dimostrano quanto Reggio sia viva ed abbia voglia di vivere. La cerimonia odierna è la testimonianza plastica di quanto la città sia viva, di quello che è Reggio e di ciò che sarà“.