fbpx

Reggio Calabria, gli eventi EPIC di Mana Chuma Teatro per il mese di ottobre | PROGRAMMA

Massimo Barilla e Luigi Polimeni Foto di Rosario Di Benedetto

Proseguono per tutto il mese di ottobre gli eventi EPIC (Esperienze Performative di Impegno Civile) di Mana Chuma Teatro: il programma completo degli spettacoli che si terranno al giardino dell’area ex Jardin di Catona

Teatro dei pupi, letture, concerti, pièce teatrali: è ricchissimo di eventi il programma EPIC (Esperienze Performative di Impegno Civile) della compagnia reggina Mana Chuma Teatro organizzato all’interno del progetto “ReggioFest2022: Cultura Diffusa”, con il contributo del Comune di Reggio Calabria e i fondi del Ministero della Cultura dedicati alle attività professionali di spettacolo dal vivo nelle aree urbane periferiche. Una serie di eventi che si innestano su un percorso di riqualificazione dell’area ex Jardin di Catona, che Mana Chuma Teatro ha avviato da tempo e che ha l’ambizione di diventare un polo di attrazione culturale nell’area nord della città di Reggio.

Il programma

Domenica 9 ottobre, alle ore 11, la Compagnia Thalìa di Paternò metterà in scena la Storia d’amore di Bradamante e Ruggiero (L’Assedio di Parigi): uno straordinario spettacolo del teatro dei pupi siciliani, a cura di Antonino e Giuseppe Viola.

Sabato 15, alle ore 20:30, concerto-spettacolo “Methuselah” con Gabin e Paul Dabirè, Luigi Polimeni, Giacomo Farina e Massimo Barilla. Quattro musicisti e un poeta che, partendo dalla storia dell’albero più antico del pianeta, vanno alla ricerca delle radici che accomunano tutti gli esseri umani.

Domenica 16, ore 20:30, Massimo Barilla terrà il reading “Ossa di crita” con poesie tratte dall’omonimo volume e musiche originali di Luigi Polimeni, impegnato al piano, sintetizzatore e theremin. Una produzione originale Mana Chuma Teatro, con replica il 21 ottobre sempre alle 20:30.

Giovedì 20 ottobre, ore 20:30, a salire sul palco sarà Lorenzo Praticò con la sua opera “4×25”: un monologo a più voci che parla di lavoratori senza nomi e senza volti, di muri da scalare, di dignità calpestata e di lunghe strade da percorrere.

Domenica 23 ottobre, ore 20:30, Giuseppe Provinzano porta in scena “Comu veni ferrazzano”, uno spettacolo coinvolgente che si muove tra narrazione, canto e performance, liberamentre tratto dall’opera di Giuseppe Pitrè.

Mercoledì 26 ottobre, ore 20:30, concerto dell’artista calabrese Davide Ambrogio per voce lira, chitarra con matite, tamburo a cornice, zumpettana, loop ed elettronica.

Giovedì 27 ottobre, ore 20:30, ritorna il teatro con Dammi un attimo di e con Francesco Aiello e Mariasilvia Greco, e Maria Canino. Un’opera sulle difficoltà di essere genitori nel mondo della precarietà.

Venerdì 28 ottobre, ore 20:30, “Tamburo è voce”, emozionante concerto per tamburo e voce del cantastorie Nando Brusco, chiuderà il programma EPIC di ottobre.