fbpx

Reggina, Taibi svela gli obiettivi. Poi il retroscena su Rivas: “se qualcuno punta i piedi…”

taibi reggina Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb

Il direttore sportivo della Reggina Massimo Taibi ha parlato di obiettivi in campionato, della trattativa per portare Inzaghi a Reggio e di mercato, con le sirene per Rivas

Si gode il momento, Massimo Taibi. Il direttore sportivo della Reggina ha parlato a TMW in questo weekend di sosta per le nazionali, dove anche la squadra amaranto riposa e recupera le energie per tornare più forte di prima e continuare a guardare tutti dall’alto verso il basso. L’ex portiere ha parlato di obiettivi in campionato, di Inzaghi e di vecchi retroscena di mercato: “siamo la sorpresa del campionato? Lo stiamo vivendo con la giusta consapevolezza, si sono giocate poche partite. Vorrei che fossimo la sorpresa a giugno. Vogliamo fare un buon campionato. Siamo una buona squadra. Ma ci sono squadre forti, attrezzate. Non voglio togliere sogni e ambizioni a nessuno”, ha detto Taibi.

Come abbiamo convinto Inzaghi? “Il patron Saladini è stato fondamentale. Quando ha deciso di cambiare rotta e costruire una squadra più competitiva abbiamo individuato in Pippo Inzaghi la giusta figura. E io ho fatto il mio perché ci ho giocato insieme”. Infine, sul mercato, il ds ha risposto a una domanda relativa a qualche richiesta fatta per i big amaranto: “una squadra straniera – ha rivelato Taibi – ci pagava bene Rivas, il Presidente ha deciso di tenerlo. E in caso di offerte decideremo noi. Ormai siamo una realtà. Se poi qualcuno puntasse i piedi la porta sarebbe aperta”.