fbpx

Siderno, ancora incendiato il Lido Paradise Beach. Fragomeni: “non ci faremo condizionare, ripartiamo senza paura!”

/

Per il sindaco Fragomeni si tratta di un incendio doloso, ma lancia un messaggio alla cittadinanza: “ripristineremo ciò che è stato bruciato”

A nemmeno un anno di distanza dall’ultima volta, è ancora in fiamme il lido Paradise Beach di Siderno. Nella tarda serata di ieri lo stabilimento balneare, in custodia al Comune dopo un provvedimento giudiziario, è stato nuovamente danneggiato da un incendio. Le cause del rogo sono ancora in corso di accertamento, ma non si può escludere la matrice dolosa. Anzi, dalle parole del sindaco Mariateresa Fragomeni, il gesto sarebbe volontario da parte di criminali: “Siderno sta tornando a vivere e a risplendere. La democrazia ed il consenso dei cittadini, la collaborazione con tutte le Istituzioni, la coesione sociale, hanno aperto una fase nuova: indietro non si torna! Questo non piace a chi preferisce vivere nell’ombra perché, come tutti i vigliacchi, sa che nell’ombra può agire indisturbato e, dunque, proprio non sopporta che qualcun altro spenda tempo ed energie per uscire dall’oscurità. Ma a questa gente, noi diciamo con forza che Siderno non ci sta!”.

“Diciamo con forza che Siderno rifiuta questa cultura criminale, rifiuta chi di criminalità vive e si nutre, perché tutto ciò non può più fare: giù le mani dalla nostra città! Siderno e i suoi orgogliosi cittadini non si lasceranno spaventare da nessuno, ma lasceranno queste persone da poco nei loro bui nascondigli, a guardare questa splendida comunità che continua ad andare avanti verso un futuro migliore. Assieme ai cittadini, agli studenti, alle associazioni, a tutti gli amministratori, anche questa volta ripristineremo ciò che è stato bruciato! Siderno ha scelto di non farsi condizionare, il futuro che stiamo scrivendo è libero, è fatto di sviluppo, diritti e legalità. Siderno Riparte, avanti uniti e coesi e senza paura!”, conclude il sindaco Fragomeni.