fbpx

Reggio Calabria, 1ª Edizione Premio “Stefano Viola”: tutti i vincitori, riconoscimenti a Misiti, Criaco e Api

  • Foto StrettoWeb
    Foto StrettoWeb
  • Foto StrettoWeb
    Foto StrettoWeb
  • Foto StrettoWeb
    Foto StrettoWeb
  • Foto StrettoWeb
    Foto StrettoWeb
  • Foto StrettoWeb
    Foto StrettoWeb
  • Foto StrettoWeb
    Foto StrettoWeb
  • Foto StrettoWeb
    Foto StrettoWeb
  • Foto StrettoWeb
    Foto StrettoWeb
  • Foto StrettoWeb
    Foto StrettoWeb
  • Foto StrettoWeb
    Foto StrettoWeb
  • Foto StrettoWeb
    Foto StrettoWeb
/

Il riconoscimento, dedicato alla memoria di un allenatore reggino di grande riferimento ed esempio per i tanti giovani tecnici attuali, è stato assegnato ieri, nel tardo pomeriggio, presso la “Sala Perri” di Palazzo Alvaro, sede della Città Metropolitana a Piazza Italia, nel pieno centro di Reggio Calabria

Misiti, Criaco e Api. Sono loro tre, allenatori rispettivamente di ReggioMediterranea, Brancaleone e Deliese, i vincitori in Eccellenza, Promozione e Prima Categoria del Premio “Stefano Viola”, quest’anno alla sua prima edizione. Il riconoscimento, dedicato alla memoria di un allenatore reggino di grande riferimento ed esempio per i tanti giovani tecnici attuali, è stato assegnato ieri, nel tardo pomeriggio, presso la “Sala Perri” di Palazzo Alvaro, sede della Città Metropolitana a Piazza Italia, nel pieno centro di Reggio Calabria.

Le premiazioni sono state precedute dall’incontro di aggiornamento tecnico con l’ex allenatore dell’Udinese Luca Gotti, pronto a firmare con lo Spezia e 18 anni fa anche trainer della Reggina Primavera, quella dei tempi d’oro in cui figuravano tra gli altri i vari Missiroli, Barillà, Viola. Il tecnico veneto ha intrattenuto la platea degli allenatori per circa un’ora, chiudendo il calendario degli incontri dell’A.I.A.C. calabrese alla presenza del Presidente regionale Girolamo Mesiti e di quello Provinciale Pasquale Sorgonà.

Successivamente alle loro introduzioni, e al monologo di Gotti, spazio appunto alla premiazione, non prima che Sergio Campolo ricordasse a modo suo Stefano Viola. Come detto, i premi sono stati tre, per categoria: Eccellenza, Promozione e Prima Categoria. Il primo è andato a Giuseppe Misiti, allenatore della ReggioMediterranea che ha sfiorato la Serie D. Dopo il secondo posto nel girone calabrese, ha vinto i playoff del raggruppamento ma si è fermato in semifinale nazionale contro il San Marzano. In passato ha allenato anche la Torres in Serie D e il Gallico Catona. Allena i reggini dal 2019. Votazione: 20 punti per Misiti, che ha superato Caridi della StiloMonasterace (16 punti) e Giovinazzo del Gallico Catona (15 punti). In Promozione il premio è andato ad Alberto Criaco, vincitore del girone B con il Brancaleone. Dopo tre anni alla Bovalinese, nel 2019 è passato appunto al Brancaleone e quest’anno ha ottenuto il salto in Eccellenza superando piazze ben più blasonate. Votazione: 55 i punti conquistati, dietro di lui Nocera della Gioiese con 47. In Prima Categoria il riconoscimento è andato invece a Francesco Api, vincitore del girone reggino con la Deliese. L’ex Ravagnese è alla guida dei reggini dal 2018 e quest’anno ha conquistato il salto in Promozione. Votazione: 63 i punto conquistati, davanti ad Arcidiaco della Pro Pellaro con 55 punti.