fbpx

Mauro Bruzza, l’artista brasiliano che ha conquistato Reggio Calabria con il ritmo della gioia | VIDEO INTERVISTA

  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
/

Storia e arte di Mauro Bruzza, l’artista di strada brasiliano giunto a Reggio Calabria con il ritmo travolgente della sua fisarmonica speciale

Si chiama Mauro Bruzza. “Con due z“, come ci tiene a precisare. “Il mio trisnonno era di Torino, aveva una S, Brusa“. Parliamo di oltre 100 anni fa. Era un emigrante. E dopo 100 anni il trisnipote, Mauro, dal Brasile arriva a Reggio Calabria. Chi in questi giorni ha bazzicato per il centro cittadino lo avrà notato. Anzi, forse anche chi non è passato dal Corso Garibaldi. Sì, perché i video che circolano tra le pagine Facebook e le chat whatsapp si sprecano. Ha attirato l’attenzione, Mauro. E’ un artista di strada, ha girato il mondo, e suona un particolare strumento: la chiama Parafernalia Fisarmonica. “In Brasile tante cose sono parafernalia“, rivela ai nostri microfoni, ma questa è particolare. E l’ha costruita lui, adattandola su misura alle proprie passioni ed esigenze.

Raggiungiamo Mauro e si dimostra subito disponibile, cordiale, simpatico. Pochi minuti e siamo già amici: dal corso Garibaldi al Lungomare ci racconta la sua storia, entriamo in confidenza e ci accompagna nel suo mondo in una vita ricca di fascino. “Non parlo bene l’italiano, ma sto imparando, sono entusiasta e contento di essere qui a Reggio Calabria. Non so perché la vita mi ha portato qui, non so se è stata una scelta, ma tutte le cose mi hanno portato qui“. In un angolo del Mediterraneo non troppo diverso dal Sudamerica: “a Reggio ho trovato tanta accoglienza, questo bel clima“. E poi ci stupisce: “il bergamotto!“, afferma anche. Un agrume così circoscritto ad una limitata area del reggino, Mauro dal Brasile sa di che si tratta pur essendo qui soltanto da pochi giorni: è la dimostrazione del valore del bergamotto come uno dei simboli di Reggio Calabria nel mondo.

Mi piace la gente. Le persone si avvicinano, parlano con me, vogliono conoscermi, e per me questa è la miglior cosa“. E’ un artista di strada, Mauro. Ha lavorato al circo e per quelli come lui gli obiettivi sono noti: girare il mondo, farsi apprezzare, conoscere persone e culture e vivere all’avventura: “è la mia passione, il mio lavoro, lo faccio da quando sono ragazzino. Non mi sono mai fermato, sono stato in Sudamerica e in Europa, tra cui Germania, Spagna, Belgio, Francia“. E ora Reggio Calabria, ma è solo l’ennesima tappa (di passaggio) del suo lunghissimo percorso chiamato vita: “mi fermerò qui per un po’, ma non so se starò qui ad abitare per qualche anno o continuerò a viaggiare“, conclude. Prima di lasciarsi andare a ciò che sa fare meglio, la splendida esibizione che coinvolge tutti gli arti del corpo, tra particolari trombette, fisarmonica e tamburi.

Tra una domanda e l’altra, ci concede un’esibizione speciale che mostra tutta la sua allegria e spensieratezza. “In bocca al lupo di vero cuore!“.

Intervista a Mauro Bruzza, l’artista che ha conquistato Reggio a ritmo di fisarmonica | VIDEO