fbpx

La provocazione di De Luca a Schifani: “raccomandi mio padre, è in attesa da maggio per iniziare la logopedia”

De Luca: "voglio chiedere alla luce del sole al Presidente Schifani di voler raccomandare mio padre affinché possa finalmente iniziare la terapia domiciliare con la logopedista dell’azienda sanitaria”

de luca-schifani

“Voglio chiedere alla luce del sole al Presidente della Regione Renato Schifani di voler raccomandare mio padre affinché possa finalmente iniziare la terapia domiciliare con la logopedista dell’azienda sanitaria”. È la provocatoria richiesta del leader di Sud chiama Nord Cateno De Luca che, intervenendo in aula nell’ambito del dibattito che ha visto il Presidente Schifani parlare anche del sistema sanitario siciliano, ha messo in luce le criticità che si registrano più frequentemente partendo da un’esperienza personale.

“Mio padre, 83 anni, colpito da ischemia e costretto su una sedia a rotelle– ha spiegato De Luca– da maggio scorso è in attesa dell’avvio della logopedia domiciliare che gli consentirebbe di tornare a parlare con la sua famiglia. Purtroppo- prosegue De Luca- da sei mesi stiamo aspettando che arrivi il suo turno. È questa la fotografia della sanità in Sicilia. Una situazione che oggi tocca mio padre, ma che ogni giorno è vissuta da tanti cittadini che sono costretti a liste di attesa infinite che non tengono conto della gravità della patologia né della condizione del paziente. Non mi rimane altro da fare- ha dichiarato De Luca mostrando la richiesta di attivazione del servizio per l’anziano padre da parte dell’Asp- che appellarmi a lei Presidente, chiedendole apertamente una raccomandazione. Una pratica, quella della raccomandazione, che non mi appartiene e che certamente non può rappresentare lo strumento per accedere ad un diritto inviolabile quale è quello alla salute.”