fbpx

Reggina, Toscano: “sin dall’inizio si è visto un Brescia con maggior gamba, passare dal divano al campo non è facile”

Reggina-Brescia Toscano Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb

Le parole dei protagonisti, direttamente dalla sala stampa del Granillo, al termine del match tra Reggina e Brescia

La Reggina perde ancora, non solo la gara ma anche il conto delle sconfitte negli ultimi due mesi così come quelle casalinghe di fila. Il Brescia passa al Granillo con un super Ayé. In conferenza stampa, al termine del match, si presentano i protagonisti per parlare del match. Queste le loro parole.

TOSCANO – “Ci auguravamo che l’aspetto mentale potesse sopperire alla condizione degli ultimi mesi. Passare dal divano al campo è difficile, si vedeva dall’inizio che il Brescia aveva un’altra gamba, ma ai ragazzi non posso dire niente. Quando la gamba non c’è gli errori e le letture sono evidenti. C’è gente che è arrivata tre giorni fa, gente che è arrivata ieri sera, ma a me interessava che i ragazzi dessero tutti. La partita di Como non ha risolto i problemi, queste tre settimane di stop non ci hanno aiutato ma bisogna migliorare. Pensiamo già a Monza. Avevo detto già abbastanza prima ai ragazzi, nell’intervallo volevo che i ragazzi si guardassero negli occhi e per questo sono entrato prima di loro in campo. L’ingresso nella ripresa infatti non è stato male. In questo girone di ritorno mi aspetto la continuità. Rivas, Lakicevic e Stavropoulos sono usciti per dei problemini fisici. Per Rivas niente di che, Lakicevic ha un colpo all’occhio risolvibile, per Stavropoulos invece è qualcosa di più importante. Quello che speravo oggi era anche che non ci fossero grandi problemi da questo punto di vista”.

MICAI “Sono molto contento di tornare in campo, avevo grosse perplessità perché ero fermo da tre mesi, oltre al Covid che mi ha tenuto fermo due settimane. Sono contento della prestazione, è vero che ultimamente sia io che Stefano stiamo facendo molto bene ma è il nostro compito. I problemi della difesa? L’equilibrio è evidente che si sia perso, ma si trova con vittorie e prestazioni. Stiamo facendo fatica ultimamente, c’è da lavorare di più e con più attenzione. I gol di Aye? Belli, avevo visto prima della gara qualche partita del Brescia e vedevo che a lui piaceva fare quel colpo”.

LOIACONO (A REGGINA TV): “Dispiace perché abbiamo preso due gol per disattenzioni. Nonostante tutto abbiamo disputato una discreta gara, potevamo pareggiarla. L’abbiamo mantenuta sempre viva, ma non c’è stata la scintilla per trovare il 2-1. Dal secondo tempo, è da qui che dobbiamo ripartire perché abbiamo mostrato buone cose. Non deve essere una scusante, ma la maggior parte dei calciatori è rientrata tre giorni prima della partita, l’importante è ripartire forti e consapevoli di dover raggiungere quota 45-46 punti. I tifosi? Tutti insieme ne dobbiamo uscire, c’è bisogno dei nostri tifosi, dovremo remare tutti verso un obiettivo”.

INZAGHI“Non abbiamo cambiato molto, abbiamo giocato sempre con tre giocatori offensivi. Ayé non l’avevamo mai avuto in questa condizione, è stato bravo nella sosta. Poi è entrato Tramoni e gli ho chiesto qualcosa di diverso. Fare 8 vittorie in trasferta non succedeva forse dal ’29-’30, mi dicevano prima, e sono contento per i ragazzi. Chiudiamo il girone d’andata con un’ottima classifica e dobbiamo pensare alla prossima. Mi è piaciuta la personalità dopo un mese di sosta”.