fbpx

Reggio Calabria, che Natale sarebbe senza il panettone della Gelateria Cesare? Due gusti imperdibili per rendere più dolci le feste! 

  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
/

Gelateria Cesare presenta una gustosa novità per il Natale 2021: ecco il panettone artigianale, realizzato con lievito madre, farcito con due gusti da leccarsi i baffi!

Che Natale sarebbe senza panettone? Ve lo diciamo noi: amaro! E visto il periodo, ne faremmo anche a meno. Meglio un po’ di zucchero e quando c’è bisogno di dolcezza, a Reggio Calabria, la Gelateria Cesare è il punto di riferimento di tutti i reggini, anche in prossimità delle feste. Il chioschetto verde di Davide Destefano, in occasione delle festività natalizie, ha pronta una gustosa novità per tutti i suoi clienti: 2400 gr. di panettone artigianale da leccarsi i baffi! Realizzato con lievito madre dalla Pasticceria La Mimosa di Angelo Musolino, farcito dal gelato della Gelateria Cesare, il panettone è disponibile in due gusti differenti e ugualmente squisiti:

  • CESARONE (Rocher,Nutella biscuit e Nocciola Igp)
  • PESTACCHIONE (setteveli e Pesto di pistacchio con Cesarella)

Come riconoscere un buon panettone?

Certo, di panettoni ce ne sono tanti… ma come si fa a riconoscere un buon panettone? Lo spiega Angelo Musolino, maestro della Pasticceria “La Mimosa”. “Il primo passo è leggere con attenzione l’etichetta. Infatti da alcuni anni, in base a un decreto del ministero delle Attività Produttive e dal ministero delle Politiche Agricole e Forestali, il classico dolce natalizio può chiamarsi panettone solo se rispetta determinate condizioni, le più importanti delle quali sono la fermentazione naturale e la presenza minima di almeno il 16% di burro, il 4% di tuorlo d’uovo di categoria A e il 20% di uvetta e canditi. Gli altri ingredienti obbligatori sono la farina di frumento e lo zucchero“, spiega Musolino.

Secondo dettaglio da non trascurare è la scadenza: “in produzione con gli ingredienti specificati sopra non dovrebbe superare i 45 giorni. Se non aggiunti conservanti seppur consentiti dal decreto, in attesa di un nuovo disciplinare“, chiarisce l’esperto pasticcere reggino, sapiente mano dietro la realizzazione del panettone della Gelateria Cesare.

Come prenotare il panettone della Gelateria Cesare

Un gustoso dessert per concludere al meglio le proprie cene in famiglia, o anche un graditissimo regalo con il quale fare bella figura in occasione dei classici scambi di doni, perchè si sa, il cibo mette d’accordo tutti… specialmente il panettone della Gelateria Cesare, provare per credere! Il costo è di 43 € e la prenotazione può essere effettuata esclusivamente su WhatsaApp al numero +39 3880587411.

Il nuovo panettone della Gelateria Cesare, Davide Destefano: “2 gusti golosi e genuini per addolcire le feste in famiglia” [VIDEO]