fbpx

Reggio Calabria: il Consiglio Comunale si impegna a portare avanti l’iter per la costruzione del “Mediterranean Life”, la rivoluzionaria opera riceve l’ok convinto di maggioranza e minoranza [INTERVISTE]

  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
/

Reggio Calabria, maggioranza e minoranza sottoscrivono un documento unitario: “Mediterranean Life è progetto di rilevanza strategica per lo sviluppo della città metropolitana”

Giornata importante per quanto riguarda il “Mediterranean Life”: il Consiglio Comunale di Reggio Calabria, infatti, si impegna a portare avanti l’iter per la costruzione del rivoluzionario progetto. Maggioranza e minoranza, con il solo voto contrario di Saverio Pazzano de “La Strada”, hanno sottoscritto e votato un documento unitario in cui si impegna il sindaco Falcomatà a “in via preliminare, ai sensi del comma 3 dell’art. 34 del D.Lgs n. 67/2000, a convocare una conferenza tra i rappresentanti di tutte le amministrazioni interessate, per verificare la possibilità di addivenire all’accordo di programma ed ai successivi adempimenti ai fini della definizione dell’istanza e di verificare possibilità di inserire l’iniziativa nel programma da presentare al Governo nell’ambito del PNRR o all’interno di altri finanziamenti analoghi quale contributo per la parte di competenza pubblica; In secondo luogo, a dichiarare il Progetto “Mediterranean Life” quale progetto di rilevanza strategica per lo sviluppo della città metropolitana di Reggio Calabria e, in considerazione del notevole impatto occupazionale nel settore del turismo e della nautica, dichiararlo altresì progetto di rilevanza pubblica a seguito del positivo esito della procedura inerente l’accordo di programma”. Grande la soddisfazione del consigliere di maggioranza, Marcantonio Malara, il quale, ai nostri microfoni ha detto: “in commissione abbiamo fatto un grande lavoro grazie al presidente Sera che ha coordinato il tutto in maniera eccelsa. Vogliamo procedere decisi con lo studio di fattibilità dell’opera che porterà poi alla realizzazione”. Raggiante il consigliere di opposizione, Massimo Ripepi: “è il progetto del secolo per la nostra città che porterà ben 6.500 posti di lavoro. Dobbiamo cercare di raggiungere l’obiettivo velocemente”.

Cosa prevede il progetto “Mediterranea Life”

Il progetto “Mediterranean Life” prevede 4 grandi aree: il porto turistico, il Lungomare, la Bolaro Tower e il Pala Mediterraneo ed è stato realizzato tecnicamente dagli architetti Giancarlo Ferrante, Giuseppe Falduto, Stefano Lionte e Federica Cilea, con i collaboratori Nicola Zera Falduto e Paolo Siclari. Il progetto, oltre al grande porto turistico, si compone di un Lungomare Mediterraneo con tante strutture dedicate allo sport (campi da tennis, calcio, basket e bocce) e alla cultura (spettacoli teatrali, cinema, esposizioni artistiche). E’ previsto un PalaMediterraneo con due torri di 24 piani per 288 appartamenti attrezzati per ospiti di livello provenienti da tutto il mondo nella struttura portuale.  Nel progetto ci sono un’Arena sul mare e una piscina olimpionica ma soprattutto il fiore all’occhiello, la Bolaro Tower, un grattacielo di 179 metri che diventerebbe uno dei più alti d’Italia.

La Bolaro Tower prevede 30 negozi al primo piano, 10 sale cinema e bowling al secondo piano, centro benessere, palestra, sale multifunzione e da ballo al terzo piano e poi una serie di appartamenti su terrazzamenti realizzati partendo dell’idea di un “Bosco Verticale Mediterraneo”, con grande sensibilità ai temi dell’ambiente e dell’armonia naturale, e un Resort a 5 Stelle di 37 piani, con 629 camere, per ospitare 1.258 persone. Proprio una di quelle strutture di cui a Reggio Calabria si sente molto la mancanza. Complessivamente il progetto prevede un’occupazione diretta di 2.610 addetti fissi e una indotta di 3.915 addetti fissi, per un totale di 6.525 posti di lavoro a tempo indeterminato, oltre a tutte le maestranze necessarie a costruire l’opera nei 4 anni di lavori.

Reggio Calabria: il Consiglio Comunale dice sì alla costruzione del “Mediterranean Life”, le parole del consigliere Malara [VIDEO]

Reggio Calabria, Ripepi: “il Mediterranean Life è il progetto del secolo per la nostra città” [VIDEO]

Clicca qui per il documento integrale votato da maggioranza e minoranza