Categoria: 1° PIANOCALABRIAEDITORIALIFOTO & VIDEOFoto CalabriaFoto Reggio CalabriaGalleryINTERVISTENEWSREGGIO CALABRIA

Reggio Calabria, il primo Consiglio Metropolitano dopo il processo Miramare: subentrati i sostituti dei condannati sospesi, “la legge Severino è sbagliata, massima solidarietà ai colleghi” [FOTO e INTERVISTE]

Tags: città metropolitana reggio calabria

Reggio Calabria: si è conclusa la sessione straordinaria del Consiglio Metropolitano a Palazzo Alvaro. Sostituiti i consiglieri sospesi

Si è svolto in sessione straordinaria e urgente, la seduta del Consiglio della Città Metropolitana di Reggio Calabria presso l’aula consiliare “Leonida Repaci” di Palazzo “Corrado Alvaro”. Ben 19 i punti all’ordine del giorno ma i momenti di maggior interesse sono concisi con la “sostituzione” dei consiglieri sospesi dalla legge Severino a causa della condanna nel processo “Miramare” con i primi dei non eletti nelle liste di Centro/Sinistra”. Giovanni Latella (non presente in aula ma collegato in remoto) subentra a Giuseppe Marino, mentre Giuseppe Sera sostituisce Nino Zimbalatti, già assessore nella prima giunta Falcomatà. Emozionato il neo consigliere: “sono molto orgoglioso di essere qui. Consentitemi di esprimere massima solidarietà ai colleghi sospesi. Mi sembra evidente che la legge Severino è sbagliata. Spero che sia qui che a Palazzo San Giorgio prevalga la politica”. Mentre Giuseppe Giordano, che subentra al vicesindaco Armando Neri, si dice “estremamente contento di tornare in questa aula dopo tantissimi anni essendo stato per 5 anni consigliere provinciale. Da parte mia massima vicinanza al sindaco Falcomatà ed ai consiglieri sospesi“. Il vicesindaco Carmelo Versace ha voluto rinnovare gli auguri di buon lavoro ai neo consiglieri Sera, Latella e Giordano certo che “riusciranno a mettere al servizio del comprensorio la loro grande esperienza”. Il consigliere Rocco Alberto Campolo eletto nella lista Centrodestra Metropolitano si scaglia contro la Severino: “non è normale quello che sta succedendo. C’è una sospensione della democrazia. E come questo era mio pensiero quando le condanne colpivano personaggi di centrodestra, lo confermo oggi con ancora più convinzione. Rivolgo un appello a tutti perché si possa sollecitare chi di competenza per modificare una legge ingiusta”.

La seduta è proseguita con l’approvazione di tutti i punti all’ordine del giorno che hanno riguardato il riconoscimento di debiti fuori bilancio, la ratifica di alcune deliberazioni del sindaco metropolitano, variazioni al documento contabile ed al Programma biennale di forniture e servizi, la revisione ordinaria delle partecipate, l’approvazione dello schema della nuova convenzione per la per la gestione e la manutenzione integrata del Parco Archeologico dei Taureani ed il Complesso di San Fantino. Su quest’ultimo punto ha relazionato il consigliere Filippo Quartuccio. Successivamente, il via libera è arrivato anche sullo schema di convenzione per la concessione e la gestione in uso della Palestra “Mimmo Surace” di Palmi che, per il consigliere Giuseppe Ranuccio, “permetterà, alla comunità, di riappropriarsi di una struttura molto importante”.

Reggio Calabria, Versace: “discussione tra i partiti, usciremo più forti di prima” [VIDEO]

Reggio Calabria, Sera: “i partiti di Centro/Sinistra stanno discutendo come proseguire nell’azione amministrativa” [VIDEO]

Reggio Calabria, Giordano: “bisogna dare delle risposte chiare alla città” [VIDEO]

Foto di Salvatore Dato / StrettoWebmore
Foto di Salvatore Dato / StrettoWebmore
Foto di Salvatore Dato / StrettoWebmore
Foto di Salvatore Dato / StrettoWebmore
Foto di Salvatore Dato / StrettoWebmore
Foto di Salvatore Dato / StrettoWebmore
Foto di Salvatore Dato / StrettoWebmore
Foto di Salvatore Dato / StrettoWebmore
Foto di Salvatore Dato / StrettoWebmore
Foto di Salvatore Dato / StrettoWebmore
Foto di Salvatore Dato / StrettoWebmore
Foto di Salvatore Dato / StrettoWebmore
Foto di Salvatore Dato / StrettoWebmore
Foto di Salvatore Dato / StrettoWebmore
Foto di Salvatore Dato / StrettoWebmore
Foto di Salvatore Dato / StrettoWebmore
Foto di Salvatore Dato / StrettoWebmore
Foto di Salvatore Dato / StrettoWebmore
Foto di Salvatore Dato / StrettoWebmore
Foto di Salvatore Dato / StrettoWebmore