fbpx

Reggio Calabria, crisi del Comune: il Partito Democratico blinda l’Amministrazione, avrà 6 Assessori nella nuova Giunta. Azzerate tutte le scelte di Falcomatà [DETTAGLI]

palazzo san giorrgio e brunetti

Reggio Calabria, l’esito della riunione sarà formalizzato probabilmente a metà settimana, quando sarà ufficializzata la nuova giunta

Sono quattro le postazioni di assessorato reclamate dal Partito democratico per la nuova giunta comunale di Reggio Calabria al momento guidata dal sindaco facente funzioni Paolo Brunetti. Secondo quanto appreso dalla Dire, la richiesta è stata fatta nel corso dell’ultima interpartitica di centrosinistra, dal capo delegazione e commissario regionale del Pd Stefano Graziano, insieme al capogruppo in Consiglio regionale Nicola Irto, il rappresentante dei consiglieri comunali Giuseppe Sera e Seby Romeo in rappresentanza della federazione provinciale. L’esito della riunione sarà formalizzato probabilmente a metà settimana, quando sarà ufficializzata la nuova giunta. Due assessori sono stati chiesti dal Dpm, lista molto vicina al Pd e rappresentata in delegazione dall’ex assessore regionale Nino De Gaetano, da Antonio Billari già consigliere regionale del Pd e ricandidato alle ultime regionali, e dagli attuali consiglieri comunali Mario Cardia, Marcantonino Malara e Giuseppe Nocera. Una postazione in giunta sarà invece assegnata al Psi-Atesta alta e alle tre liste civiche. A conti fatti la ripartizione dell’esecutivo che affiancherà Brunetti per i prossimi 18 mesi, a seguito della sospensione dall’incarico di Giuseppe Falcomatà per via della condanna in primo grado al processo Miramare, blinda il ruolo del Partito democratico e dei Democratici progressisti metropolitani. Con 6 assessori e l’attuale presidente del Consiglio comunale i dem prendono in mano la guida della giunta comunale, composta da 9 elementi, compreso il sindaco facente funzioni, azzerando così ogni scelta fatta poco più di anno fa da Falcomatà sugli assessori esterni di sua nomina diretta.