fbpx

Reggina-Ascoli 1-2, le pagelle di StrettoWeb: Rivas, perché? Aglietti ha perso il bandolo della matassa

reggina-cittadella aglietti Foto di Salvtore Dato / StrettoWeb

E’ appena terminata la sfida del Granillo tra Reggina e Ascoli: come di consueto, le pagelle della nostra redazione

Terza sconfitta di fila e clima nero, come il cielo del Granillo questa sera. La Reggina perde ancora contro l’Ascoli di Sottil e adesso il morale e l’autostima sprofondano sotto il terreno di un impianto anche oggi bocciato. Sabiri fa vedere i sorci verdi agli amaranto nonostante Montalto (ancora) provi a metterci una pezza. Finisce 1-2. Di seguito le nostre pagelle.

Turati 5 – Paga il primo vero errore stagionale in occasione del primo gol. Beffato nel secondo.

Lakicevic 5.5 – Né infamia né lode.

Cionek 5.5 – E’ l’emblema dell’inspiegabile involuzione di questa squadra. Non tanto negli errori commessi, perché oggi non commette grandi sbavature, ma piuttosto nell’insicurezza che sembra far trasparire.

Regini 5.5 – Torna dal primo minuto, ma la prestazione è insufficiente.

Di Chiara 5.5 – Solita spinta e cross, alcuni imprecisi.

Hetemaj 6 – Una delle poche luci in mezzo ad una selva quasi completamente buia. Mette dentro il pallone per Rivas da cui scaturisce il rigore e dimostra a tanti (anche ad alcuni compagni) cosa è la fame.

Crisetig 5.5 – Prestazione di reparto così così. Lui non è di certo esente da colpe.

Cortinovis 6 – In una manovra un po’ confusionaria, è tra i pochi a mettere il pallone a terra e a provarci, rischiando e sbagliando. Ma almeno ci prova… Giostra tra la mezz’ala e la trequarti, dando manforte al centrocampo e legando i reparti.

Rivas 4.5 – Propizia il rigore con un colpo di testa. E basta.

Montalto 6.5 – La sua voglia di mangiarsi il mondo, di andare a rincorrere ogni pallone, di fare a sportellate, c’è tutto dell’attaccante e del calciatore che, a prescindere dal risultato, non uscirà tra i fischi. Peccato che in pochi lo seguano. E’ freddo dal dischetto e sfiora il gol in qualche altra circostanza.

Laribi 5 – Impalpabile, sin dall’inizio. Sbaglia troppo e va in confusione. Aglietti lo toglie all’intervallo non prima di averlo dirottato sulla fascia destra.

dal 46′ Bellomo 6 – Ci prova, quantomeno.

dal 63′ Galabinov 5.5 – Si rende pericoloso con un colpo di testa, poi nulla.

dal 72′ Liotti s.v.

dal 72′ Bianchi s.v.

dal 75′ Denis s.v.

All. Aglietti 5 – La squadra mostra un’inspiegabile sfiducia e resa, eclissandosi alle prime difficoltà. Di nuovo gol in avvio, come a Benevento, mentre l’1-2 arriva dopo qualche minuto di pressione. Il mister ha perso il bandolo della matassa e diventa complesso anche capire come visto l’ottimo avvio di torneo.