fbpx

Presidi sconcertati dal dietrofront del governo su Dad e quarantena: “assurdo cambiare disposizioni in 24 ore”

didattica a distanza calabria

Il governo cambia idea su Dad e quarantena nel giro di meno di 24 ore: l’Associazione nazionale presidi mostra tutto il proprio sconcerto per quanto accaduto

Poco meno di 24 ore, il tempo che il governo ha impiegato nel dettare nuove misure da applicare in caso di positività al Covid nelle scuole, salvo poi fare marcia indietro: prima ritorno in Dad anche con un solo positivo, poi riconferma delle vecchie disposizioni e Dad solo per chi è in isolamento.

Antonello Giannelli, presidente dell’Anp, Associazione nazionale presidi, esprime il suo sconcerto per quanto accaduto: “troviamo sconcertante che una nota sottoscritta da due Ministeri sia sospesa dopo neanche 24 ore e che le disposizioni ivi contenute siano già considerate superate. Attendiamo di vedere come il Commissario Figliuolo deciderà di intervenire per rendere finalmente efficienti le ASL e far partire la campagna di testing e tracing che dovrebbe garantire la scuola in presenza. Ai dirigenti e al personale delle scuole, che hanno fatto ben più di quanto dovessero, non si deve più chiedere di sostituirsi ai funzionari dei Dipartimenti di prevenzione“.