fbpx

Covid, Spagna: revoca coprifuoco in Catalogna, si valuta l’abolizione del Green Pass nei locali

spagna

Il trend contagi dell’ultima ondata Covid è in rallentamento

Il coprifuoco in vigore da fine dicembre nella regione spagnola della Catalogna sarà revocato venerdì. E’ quanto è stato annunciato le autorità locali: “le restrizioni alla mobilità notturna rimarranno in vigore fino al 21 gennaio. Da questa data sarà possibile circolare normalmente nelle strade della Catalogna” di notte, ha affermato la portavoce del governo regionale catalano, Patricia Plaja. “Anche se non abbiamo ancora raggiunto il picco” dei contagi, “il trend mostra chiaramente un rallentamento di questa sesta ondata”, ha aggiunto. Dalla notte tra il 23 e il 24 dicembre, in questa regione molto turistica di 7,7 milioni di abitanti, è stato vietato spostarsi tra l’1 e le 6 nelle strade di Barcellona e nelle città con più di 10.000 abitanti.

La Catalogna, il cui tasso di incidenza supera la media nazionale spagnola, ha la più alta percentuale di letti di terapia intensiva occupati da pazienti Covid nel Paese con il 44,1% (577 pazienti), ben al di sopra del 23,83% a livello nazionale. Restano invece in vigore altre restrizioni sanitarie, come la capienza massima del 50% in bar e ristoranti, la chiusura dei locali notturni o il divieto di riunioni private oltre le dieci persone. Il Green pass, necessario per entrare in bar o ristoranti in particolare, rimane in vigore anche in Catalogna, a differenza ad esempio della regione di Madrid dove non è mai stato implementato. Il governo comunque è in attesa di un parere del Comitato scientifico consultivo sulla necessità di mantenere la direttiva o se alleggerire anche questo fronte.