fbpx

Vicenza-Reggina, la probabile formazione amaranto: Menez scalpita, Rivas in dubbio

Formazione Aglietti Reggina

Vicenza-Reggina, la probabile formazione amaranto: le possibili scelte del tecnico Alfredo Aglietti per il match di domani al Menti

Alla conquista del Veneto. La Reggina vuole la prima vittoria in trasferta, dopo aver raccolto tre punti in quattro partite lontano dal Granillo. La “missione” amaranto è in quel di Vicenza, al Romeo Menti. I biancorossi hanno da poco cambiato allenatore, salutando dopo più di due anni Di Carlo – eroe promozione – e chiamando Brocchi, che ha permesso alla squadra di ottenere il primo successo (e i primi punti) in stagione, in casa del Pordenone, in seguito alle misere 6 sconfitte nelle prime 6.

Mister Aglietti può contare su quasi tutta la rosa a disposizione, ad eccezione di Regini, che aveva trovato titolarità e continuità da Lignano in poi ma che a causa di un problema si va ad aggiungere all’indisponibile di lunga data Adjapong. Denis c’è, anche se a mezzo servizio dopo due settimane di allenamenti a sprazzi, mentre ritornano i Nazionali Turati, Cortinovis e Rivas, quest’ultimo atterrato direttamente in Veneto dall’Honduras. Alla luce di questa situazione, quale potrebbe essere la formazione che Aglietti schiererà domani alle ore 14? Vediamo la situazione reparto per reparto.

DIFESA – Reparto leggermente modificato rispetto alle uscite precedenti. Il primo assente è Micai, squalificato e out per le prossime tre gare (probabilmente due qualora dovesse essere accolto il ricorso). Ci sarà Turati al suo posto, già sceso in campo per l’ultima mezz’ora a Pisa e alla prima da titolare con gli amaranto. Il portierino scuola Sassuolo è reduce dal doppio impegno – dal primo minuto – con l’Italia Under 21. Altra variazione da segnalare è quella al centro, con Cionek che dovrebbe essere nuovamente affiancato da Stavropoulos. Il greco, che dopo la gara negativa contro la Spal era stato relegato in panchina, potrebbe riprendere il suo posto a causa del forfait di Regini. Più staccati Loiacono e Amione. Sulle fasce dovrebbero essere confermati Lakicevic e Di Chiara, con quest’ultimo che riprende il posto di Liotti, titolare a Pisa.

CENTROCAMPO – Qui cominciano i primi dubbi, come sempre, soprattutto sugli esterni. Al centro, infatti, si va verso la conferma della coppia Crisetig-Hetemaj, con il primo che ha però quattro gialli e al prossimo verrà squalificato. Il dubbio sulle fasce è legato innanzitutto a Rivas, che ha addosso un viaggio con fuso orario ma che nelle ultime due partite con la sua Nazionale ha giocato solo un quarto d’ora. Verrà valutato, ha detto Aglietti in conferenza stampa, ma non è sicuro un suo utilizzo dal primo minuto. In tal caso è pronto Bellomo, autentico jolly della trequarti e “buono” per ogni situazione. Stessa sorte dall’altra parte, con Ricci in forse. A Pisa, a destra, ha giocato Laribi. Il ballottaggio è tra loro due, con Bellomo che potrebbe anche essere dirottato da quel lato in caso di impiego di Rivas dall’inizio.

ATTACCO – Scalpita Jeremy Menez e potrebbe essere lui la vera novità rispetto alle ultime settimane. Il numero 7 era già quasi recuperato per Pisa, ma è stato preservato per evitare ricadute ed essere pienamente a disposizione per domani. Si allena col gruppo da più di una settimana e dovrebbe essere utilizzato nella sua posizione più congeniale al sistema di gioco di Aglietti, a fare da collante tra la trequarti e la prima punta, Galabinov. Il bulgaro, infatti, è confermato titolare per ricomporre la coppia già vista la prima (e unica) volta contro la Ternana.

Vicenza-Reggina probabile formazione amaranto