fbpx

Reggina, a Vicenza sono arrabbiati. Il presidente Rosso: “oggi sfavoriti, se ci fossero arbitri competenti…”

stefano rosso presidente vicenza

Il patron del Vicenza Stefano Rosso non contento con l’arbitro dopo il match perso in casa contro la Reggina

A Vicenza non hanno preso bene la sconfitta interna contro la Reggina. Il più arrabbiato è il patron Stefano Rosso, che se l’è presa con l’arbitro: “il tabellino dice che meritavamo almeno un gol – riporta Trivenetogoal – Cosa bisogna fare per invertire questa tendenza? Dobbiamo continuare a lavorare, è l’unica soluzione, dall’altro lato venissero degli arbitri un po’ più competenti… siamo stanchi di vedere che nelle mezze situazioni siamo sfavoriti, poi sappiamo che gli episodi fanno la differenza: un fallo a favore non dato su rigore, fallo contro su gol loro, poi chiaro che gli episodi arbitrali non cambiano l’andamento della partita, meritavamo almeno un punto se non di vincere, dobbiamo continuare a lavorare e stare tranquilli perché è l’unica cosa che possiamo fare. Il secondo tempo? Mi ha convinto di più il primo ma è difficile quando giochi con una squadra che è più per terra che in piedi, dovevamo segnare nel primo tempo questa è la verità. La classifica preoccupa? Preoccupava anche prima, c’è ancora tanto tempo e dobbiamo solo proseguire”.

Ad onor del vero, se c’è una squadra che ha da recriminare su un episodio plateale, quella è la Reggina. La gomitata di Diaw a Cionek nel primo tempo è da espulsione netta, ma è arrivato solo il giallo. In occasione del gol non sembra evidenziarsi alcun fallo, così come sugli episodi da rigore lamentati dai biancorossi: Longo e Diaw hanno sbracciato per tutta la gara lamentandosi ad ogni contatto, questo inesistente.