Categoria: EDITORIALIFOTO & VIDEOFoto SiciliaGalleryMETEONEWSSICILIA

Pantelleria, dopo il tornado arrivano i droni per cercare eventuali dispersi: le drammatiche immagini del disastro

Tromba d’aria a Pantelleria: elicottero trasporta nella notte una squadra dei Vigili del Fuoco

Nella notte una equipaggio dell’82° Centro Csar (Combat Search And Rescue) di Trapani è intervenuto per trasportare una squadra di Vigili del Fuoco a Pantelleria per poter soccorrere la popolazione colpita nel pomeriggio di ieri da una improvvisa e violenta tromba d’aria. L’equipaggio, in prontezza d’allarme con elicottero HH-139B, ha ricevuto, a seguito della richiesta della Prefettura di Trapani, l’ordine di missione dalla Sala Operativa del Rescue Coordination Center del Comando Operazioni Aerospaziali di Poggio Renatico e in appena 30 minuti ha elitrasportato una squadra di 6 Vigili del Fuoco a Pantelleria, per contribuire a soccorrere la popolazione dell’isola. La squadra dei Vigili del Fuoco era composta da 3 vigili del nucleo Saf (speleo-alpino-fluviale) , 2 vigili del progetto Usar (Urban Search and Rescue) e 1 vigile specializzato nella ricerca di persone scomparse.

Tromba d’aria a Pantelleria: salme trasferite in obitorio

Sono state trasferite presso la camera mortuaria dell’ospedale ‘Bernardo Nagar’ di Pantelleria le salme di Giovanni Errera, 47 anni, e Francesco Valenza, 86 anni. I due abitanti dell’isola sono le vittime della tromba d’aria che nel tardo pomeriggio di ieri si e’ abbattuta sul Pantelleria. Errera, vigile del fuoco presso il distaccamento dell’isola, al momento della tragedia era fuori servizio e a bordo del suo fuoristrada. Valenza invece era pensionato. Entrambi erano sulla strada costiera in contrada Campobello.

Giovanni era una persona splendida, faceva il suo dovere senza mai contestare nulla. Perdiamo un collega e io, soprattutto, perdo un amico“. Lo afferma Mario Caporelli, vigile del fuoco di Castelvetrano, da 4 anni in servizio nel distaccamento di Pantelleria. Caporelli, capo turno, sino allo scorso 4 settembre ha lavorato in squadra con Giovanni Errera. Il 47enne di Pantelleria e’ morto ieri durante il passaggio di una tromba d’aria in contrada Campobello sull’isola. Errera era abilitato alla guida dei mezzi speciali dei vigili del fuoco di stanza in aeroporto. “Giovanni era un’eccellenza del nostro Corpo – dice ancora Caporelli – era felicissimo della nascita del suo secondo figlio e quando finiva il turno non vedeva l’ora di tornare in famiglia“. Mario Caporelli ha appreso la notizia ieri sera mentre si trovava nel porto di Trapani per imbarcarsi sul traghetto verso l’isola. “Quando i colleghi mi hanno detto della morte di Giovanni non ci volevo credere – dice – poi la conferma e il dolore per la perdita di un amico e di un collega“.

Tromba d’aria a Pantelleria: sul posto droni per cercare eventuali dispersi

Il dirigente generale della Protezione civile regionale Salvatore Cocina sta andando a Pantelleria per una prima ricognizione dei danni. I volontari della protezione civile insieme ai vigili del fuoco e ai carabinieri dall’alba hanno ripreso le operazioni di ripristino della viabilità e verifica dei danni. Nella ricerca dei dispersi sono utilizzati anche i droni.

Tromba d’aria a Pantelleria, due feriti in ospedale e 7 dimessi

Dei nove feriti rimasti coinvolti nella tromba d’aria di ieri a Pantelleria solo uno di questi verrà trasferito a Palermo e portato all’ospedale Civico o a Villa Sofia per una frattura vertebrale. Un altro rimarrà ricoverato all’ospedale dell’isola Bernardo Nagar con una serie di fratture alla gabbia toracica. Gli altri sette sono stati curati e gia’ dimessi.

Tromba d’aria a Pantelleria: il cordoglio del consiglio comunale

“A nome di tutto il consiglio comunale esprimo il piu’ profondo dolore per questa assurda tragedia che ha colpito la nostra comunita‘”. Lo dice Erik Vallini, presidente del consiglio comunale sull’isola di Pantelleria. “Ci stringiamo con un grande abbraccio alle famiglie e a coloro che in questo momento sono in un letto d’ospedale“, afferma Vallini che ringrazia “tutti coloro che in queste ore si sono prodigati a prestare i soccorsi“.

Tromba d’aria a Pantelleria, Fratelli d’Italia: “pronti a dare supporto”

“La comunità di Fratelli d’Italia esprime la più affettuosa vicinanza ai cittadini e alle famiglie di Pantelleria colpiti dalla tromba d’aria che si è abbattuta sull’isola e che ha causato due morti, feriti e danni ingenti. Siamo pronti come gruppo a dare il nostro supporto affinché si possa intervenire subito a supporto delle aziende e del territorio”. Lo dice in una nota Elvira Amata, capogruppo di Fratelli d’Italia all’Ars. “Bene ha fatto il presidente Nello Musumeci ad andare a Pantelleria per verificare di persona i fatti – aggiunge Amata – Anzi, Fratelli d’Italia invita il governo regionale a dichiarare lo stato di calamità in modo da dare risposte concrete alla cittadinanza di Pantelleria, che piange due vittime inconsapevoli che purtroppo si sono trovate nel posto sbagliato al momento sbagliato. Siamo certi che il governo valuterà una serie di interventi legati alla prevenzione”, conclude.

Protezione civilemore
Protezione civilemore
Protezione civilemore
Protezione civilemore
Protezione civilemore
Protezione civilemore
Protezione civilemore
Protezione civilemore