fbpx

Reggio Calabria, il grido d’allarme del sindacalista Costantino: “dal 15 ottobre l’aeroporto rischia di chiudere. Questi i motivi…” [INTERVISTA]

Gianluca Costantino

Reggio Calabria, il grido d’allarme del sindacalista Costantino: “dal 15 ottobre l’aeroporto rischia di chiudere. Sacal? Punta solo su Lamezia Terme”. I lavoratori hanno incontrato Nicola Irto

Hanno incontrato Nicola Irto alla fine del comizio a Piazza Camagna, i lavoratori di Alitalia presso l’Aeroporto di Reggio Calabria, per esporre le loro problematiche e preoccupazioni. Ai nostri microfoni Gianluca Costantino, addetto di Alitalia e membro del sindacato Uil trasporti, si è detto “estremamente contrariato della situazione. Alitalia il 15 ottobre cessa i voli e lo scalo reggino rischia di chiudere essendo l’unica compagnia. Dov’è la politica? Perchè non si interessa del problema? Perchè tutti i candidati a presidente della regione tacciono? Noi lottiamo contro questo assurdo silenzio e saremo presenti, da qui a fine campagna elettorale, a tutte le iniziative dei vari schieramenti. Sacal? Si impegna solo per Lamezia Terme, qui non investe nulla”. Il lavoratore annuncia per mercoledì una manifestazione di protesta davanti la Prefettura: “spero che i politici vengano a lottare con noi”. In basso l’INTERVISTA completa.

Reggio Calabria, Costantino: “dal 15 ottobre l’aeroporto rischia di chiudere” [VIDEO]  

Protesta Lavoratori Alitalia

Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb