fbpx

“Premuda 03,31-siluri a segno, bersaglio colpito”: il nuovo libro dell’Avv. Geria sui racconti della prima guerra mondiale

/

L’ITE “Piria” di Reggio Calabria, con la sua Dirigente Scolastica, Dott. Anna Rita Galletta, ancora una volta protagonista nel panorama culturale della città: il nuovo libro dell’Avv. Geria arricchisce, onorandola, la tradizione storico-sociale dell’Istituto e del territorio calabrese

di G. Freno – A Reggio Calabria, nella scintillante cornice della Sala dei Lampadari di Palazzo San Giorgio, venerdì 23 settembre l’A.N.M.I (Associazione Italiana Marinai d’Italia) si è fregiata di presentare un singolare episodio della prima guerra mondiale, illustrato e analizzato, in un testo ricco di spunti e di significato, dallo storico reggino, Avv. Diego Geria. “Premuda 03,31 – siluri a segno, bersaglio colpito” viene a costituire un riconoscimento dovuto, agli eroi del territorio cittadino e nazionale che, spesso dimenticati tra le pagine impolverate dal tempo, ritrovano luce, portando avanti messaggi di lealtà e coraggio veramente importanti. Moderatore e organizzatore della serata il sottotenente di vascello Sabrina Martorano che ha mirabilmente introdotto l’evento e le parole dell’abile scrittore, sottolineando il ruolo dell’associazione nella città del mare, dove gli eredi dei marinai scomparsi, rappresentati in sala da una significativa testimonianza, ritrovano la giusta dimensione dei propri antenati, esempi fulgidi di umanità spesa al servizio degli altri. Significativi e ricchi di carisma gli interventi degli ospiti.

Apre la carrellata il sottotenente di Vascello Silvia Carpanese, delegata nel ruolo dal Direttore Marittimo. In rappresentanza dello storico Istituto di Reggio Calabria Ite “Piria Ferraris Da Empoli”, la Dirigente Scolastica, Anna Rita Galletta, mette in risalto, attraverso puntuali osservazioni sulla figura dello scrittore, la grande importanza di una cultura propositiva e tenace nella formazione giovanile che trasmette valori etici e civili nella delicata fase dell’adolescenza. La splendida oratrice, con spunti di pregio culturale e significativi riferimenti, esprime allo Storico reggino, Avv. Geria, i meriti del suo operato nel mondo della Scuola, mettendone in rilievo la passione civile, la professionalità, l’intraprendente curiosità nella ricerca, quali prezioso contributo alla crescita umana e scolastica dei giovani reggini. Coniugando la diffusione di valori tradizionali con le esigenze suggerite dalle nuove tecnologie, Diego Geria fornisce da sempre alla cultura calabrese un prestigioso apporto dedicato, alla società in fieri che, attraverso iter storici di alto spessore, conduce il lettore interessato verso un adeguato sviluppo di conoscenza e consapevolezza I libro, illustrato sagacemente dal pregevole lavoro artistico della docente Elvira Sirio, è stato presentato dall’autore al pubblico della Sala con decisi spunti di riflessione, attuando un percorso narrativo avvincente e dettagliato. Tali dinamiche suscitano, secondo il brillante intervento della Dirigente Scolastica dell’Istituto Comprensivo “Don Bosco”, dott.ssa Eva Nicolò, un profondo orgoglio per l’appartenenza al nostro Paese, celebrato attraverso uno scritto che interpreta la vicenda umana con grande amore verso i luoghi di appartenenza, “fotografati” nel tempo per scandirne persone e valori. La conclusione della serata è affidata al Sindaco, dott. Paolo Brunetti, che portando un saluto augurale alla città del mare, ne sottolinea le origini, le bellezze e le necessità di uno sviluppo futuro solidale e coerente.