fbpx

Federazione Pensionati CISL Cosenza: “solidarietà alla Cgil per atti di violenza. A Roma per la manifestazione unitaria”

Bandiera FNP Cisl

Federazione Nazionale Pensionati CISL Cosenza verso il congresso territoriale del 3 dicembre. Eletti nell’assemblea di Castrovillari i delegati dell’area del Pollino. Espressa solidarietà alla CGIL per gli atti di violenza contro la sede nazionale

Con l’elezione nell’assemblea di Castrovillari dei delegati dell’area del Pollino, la FNP CISL di Cosenza ha aperto la fase che porterà la Federazione dei Pensionati all’11° congresso territoriale convocato per il 3 dicembre. Durante i lavori è stata espressa solidarietà e vicinanza nei confronti della CGIL per gli atti violenza contro la sede nazionale. La FNP CISL Cosenza partecipa alla manifestazione unitaria di Roma per il lavoro, per la partecipazione, per la democrazia.

Quello che si apre è un congresso importante – scrive in una nota il Segretario Generale Salvatore Graziano –, il primo dopo l’esplosione della pandemia da Covid-19 che ci ha costretto a rinviarlo e che ha acuito le difficoltà quotidianamente vissute dai pensionati e dagli anziani. In primo piano nel dibattito e nella proposta congressuale saranno i temi di una riforma fiscale che porti ad una più equa distribuzione del reddito, della riforma e rivalutazione delle pensioni, di una legge quadro sulla tutela delle persone non autosufficienti. E per quanto riguarda più specificamente il nostro territorio, la rivendicazione del diritto alla salute e a fruire dei Livelli Essenziali di Assistenza, ad un welfare efficiente, a servizi di accoglienza di anziani e non autosufficienti, residenziali e diurni, distribuiti in tutte le aree della provincia di Cosenza e della Calabria. La FNP CISL di Cosenza continuerà ad essere in ascolto del disagio delle persone e delle famiglie e a battersi per il riconoscimento di diritti fondamentali, per la coesione sociale, perché gli anziani siano considerati una risorsa per la società e per offrire ai cittadini, tramite le proprie strutture, servizi di prossimità che intercettino i bisogni e sostengano il cammino di chiunque a queste strutture si rivolga. Il congresso, che ha come tema “Esploratori di futuro” – conclude Graziano –, è un’occasione preziosa per affrontare queste problematiche, metterle a fuoco nella fase attuale e guardare al futuro per una presenza sempre più incisiva”.