fbpx

“Biologia con Curvatura biomedica”: l’incontro al Liceo Scientifico Guerrisi di Cittanova con il dott. Tromba

Presso il Liceo Scientifico Guerrisi di Cittanova, in occasione dell’avvio della prima annualità del percorso di potenziamento e orientamento “Biologia con curvatura biomedica“, si è tenuto un incontro con il dott. Domenico Tromba

In occasione dell’avvio della prima annualità del percorso di potenziamento e orientamento “Biologia con curvatura biomedica“, si è tenuto, presso la sede del Liceo Scientifico Guerrisi di Cittanova, un incontro con il dott. Domenico Tromba, referente nazionale del progetto per il Consiglio dell’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri della provincia di Reggio Calabria e i tanti medici specialisti coinvolti nel percorso didattico formativo, al fine di individuare i profili e gli impegni che ciascun professionista dovrà assumere per l’attività di coordinamento e di docenza nei nuovi corsi di studio.

La Dirigente scolastica Clelia Bruzzì nel porgere i saluti ha espresso viva soddisfazione per il meritato riconoscimento, frutto di un lavoro sinergico. Il percorso mira a favorire l’acquisizione di precise competenze nel campo medico biologico, grazie anche all’adozione di pratiche didattiche attente alla dimensione laboratoriale, e contribuisce a orientare gli studenti che nutrono un particolare interesse per la prosecuzione degli studi in ambito medico sanitario, con la prospettiva di fornire risposte concrete alle esigenze di orientamento post diploma degli studenti, per facilitarne le scelte sia universitarie che professionali.

L’individuazione del Liceo Guerrisi, quale polo di eccellenza per l’attivazione, nella fase sperimentale della curvatura biomedica – ha evidenziato la Dirigenteè avvenuta dopo una rigida selezione alla quale hanno partecipato centinaia di scuole di tutta Italia e rappresenta un ulteriore fiore all’occhiello per l’Istituto in cui sono già attivi con successo i tre percorsi di liceo scientifico. Il Ministero dell’Istruzione -ha poi affermato la preside – ha autorizzato presso il nostro liceo questo nuovo percorso formativo che si pone in perfetta coerenza con la mission del Guerrisi, e ci consente di affermare con orgoglio che l’Istituto sta sempre più diventando centro propulsore di una istruzione capace di innovare, dando risposte concrete al nostro territorio all’interno della Piana di Gioia Tauro“.

Il dott. Tromba ha espresso il suo compiacimento per la selezione operata dal MIUR: “è importante il percorso che questo nuovo indirizzo viene ad assumere nella formazione degli studenti e nel loro orientamento professionale.
L’impegno profuso per l’avvio della sperimentazione e la nascita del progetto pilota proprio in Calabria precisamente presso il Liceo Scientifico “Da Vinci” di Reggio Calabria, ha determinato una rilevanza a livello nazionale tale da aver determinato la proposta di legge oggi all’esame del Senato di un nuovo indirizzo liceale biomedico“.

Nel concludere Il suo intervento, l’esperto endocrinologo ha precisato: “i docenti e i medici di tutta Italia si avvarranno di una piattaforma informatica, gestita dal Liceo Scientifico “L. da Vinci” di Reggio Calabria in qualità di scuola capofila, dalla quale sarà possibile attingere tutto il materiale necessario per l’organizzazione dei corsi e sulla quale le scuole partecipanti potranno interagire e confrontarsi“. È stata quindi formalizzata la nomina del dott. Arcangelo Padovano quale coordinatore di tutti i medici che hanno dichiarato la loro disponibilità a svolgere attività formativa nell’ambito del percorso triennale, a titolo assolutamente gratuito.

La mia attività – ha affermato Padovanoe quella di tutti gli altri medici coinvolti sarà svolta con il massimo impegno, augurandosi che la collaborazione tra la scuola e il mondo professionale medico possa garantire a tutti i ragazzi che prenderanno parte al corso la preparazione necessaria al proseguimento degli studi universitari
in ambito medico – sanitario, ma soprattutto la consapevolezza del ruolo “umano e sociale” che richiede la professione del medico“.

I numerosi medici presenti, in sintonia con la programmazione modulare, hanno individuato le tematiche che ciascuno di loro andrà a t rattare in sinergia con i docenti del liceo Mariagrazia Martino, Manuela Cosentino e Domenico Curinga. Il dott. Tromba, inoltre, ha illustrato tutti gli aspetti del percorso relativi alle attività didattiche, di gestione e di monitoraggio del percorso, che dovranno svolgersi in stretta collaborazione con i docenti interni, con gli esperti medici e con i referenti del liceo capofila. La dirigente, infine, ha ribadito la disponibilità dei laboratori e delle aula e la possibilità di organizzare, sempre di concerto con l’Ordine dei Medici, le visite degli studenti presso le strutture sanitarie, ospedaliere, pubbliche o private, formalizzandole come attività di PCTO.

La curvatura biomedica garantisce agli studenti percorsi didattici stimolanti, che rispondano ai bisogni educativi in una prospettiva moderna e di respiro internazionale: l’obiettivo è far acquisire competenze specifiche nel campo medico biologico, grazie anche all’adozione di pratiche didattiche attente alla dimensione laboratoriale e orientare coloro che nutrono un particolare interesse per la prosecuzione degli studi in ambito medico sanitario. Il percorso triennale rivolto a tutte le classi terze del Liceo ha riscontrato un notevole apprezzamento da parte di tutti gli studenti e delle famiglie. Saranno 150 le ore di lezione nel triennio, 50 per ogni anno scolastico, di cui 20 ore di lezioni teoriche, 20 ore di lezioni pratiche tenute da medici individuati dagli Ordini, 10 ore presso strutture sanitarie individuate dagli Ordini dei Medici della provincia di Reggio Calabria.