fbpx

Reggina-Parma 2-1, le pagelle di StrettoWeb: Turati falsifica la carta d’identità, Loiacono adattato a chi?

Reggina-Parma Turati Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb

Reggina-Parma è appena terminata: le pagelle della nostra redazione sugli, voti e giudizi di StrettoWeb

La Reggina sogna, batte il Parma e vola in un pomeriggio da sogno e in un Granillo da urlo. Prima Menez, poi Galabinov, la coppia gol stende Buffon e soci e scatta al terzo posto. Le nostre pagelle.

Turati 6.5 – Si allunga in avvio di ripresa ed è l’unico intervento che deve effettuare, ma è decisivo, perché arriva in un momento chiave del match. Ragazzino lui? Avrà falsificato la carta d’identità…

Loiacono 7 – Che partita, il capitano! “Io adattato? Ma quando mai!”. E’ la seconda da terzino, ed è ancora plebiscito. Impeccabile dietro, ha quattro occhi e fa un po’ tutto. Magistrale il taglio in profondità per Menez nel primo tempo.

Cionek 7 – Ormai, il rischio, è di riscrivere sempre la stessa pagella. Polacco o brasiliano? Oggi è tutta Samba, quella che fa ballare agli attaccanti avversari.

Stavropoulos 7 – Ritorna il giocatore di inizio stagione e sventa tutto di testa. Il greco domina nella terra dei greci.

Di Chiara 7.5 – Migliore in campo, nettamente! Gioca una prima mezz’ora pazzesca. Prima spaventa Buffon, poi serve Menez. Fosse per lui arerebbe la fascia sinistra ancora, fino a stasera. Menomale che c’è il custode che lo richiama…

Rivas 5.5 – Dispiace dare un voto insufficiente in una gara del genere e in un pomeriggio del genere, ma probabilmente non era in giornata. Non punta quasi mai, quando lo fa sbaglia, spreca l’occasione del raddoppio. Chiamiamola semplicemente giornata da dimenticare, ma al Rigoberto di inizio stagione si può anche perdonare.

Hetemaj 7 – Come sempre corre per sé e per gli altri, forse fa beneficenza. Le zanzare esistono anche ad ottobre, chiedere a Perparim…

Crisetig 7 – La precisione con cui per ben due volte – e la seconda è decisiva – serve Di Chiara, è la stessa di mia nonna quando fa l’uncinetto. Lui, però, usa i piedi. E che piedi…

Bellomo 6.5 – Tocca una marea di palloni, sa sempre cosa fare. Sarà arrabbiato con sua mamma: se gli avesse dato qualche centimetro in più sarebbe arrivato su quel pallone di Menez tranquillamente.

Ménez 7 – Eccolo, il secondo timbro! E’ Houdini, e da buon mago la nasconde sotto l’incrocio a Buffon, che può solo guardare. Non lo guarda, invece, il rigore di Galabinov. Signori, Jeremy si è preso (finalmente) il Granillo!

Galabinov 7 – Non poteva mancare lui al festival del gol. Lo tira, prima, in movimento, ma glielo parano. Sul secondo, quello decisivo, Buffon non può far nulla.

All. Aglietti 7 – Una gara preparata e condotta perfettamente. E perfezione sarebbe stata senza i dieci minuti finali. Approccio grandioso, primo tempo dominato, secondo di gestione. E il Granillo torna a sognare con Alfredo!

dal 57′ Laribi 6 – Fa il suo in un momento chiave.

dal 57′ Cortinovis 6.5 – La leggerezza e la naturalezza con cui esce fuori palla al piede dalle situazioni difficili, in un momento complesso, dice già tutto. Ma ormai abbiamo imparato a conoscerlo.

dal 79′ Bianchi s.v. –

dal 79′ Lakicevic s.v. –

dall’85’ Montalto s.v. –