Categoria: CALABRIAEDITORIALINEWS

Scuola in presenza, il sottosegretario Costa in Calabria: “si valuti una riduzione delle quarantene”

“Considerare la riduzione della quarantena nelle scuole”: è il monito lanciato dal sottosegretario Andrea Costa, oggi in Calabria

Il tema della scuola resta caldo in epoca Covid, ma differenze sostanziali emergono pre e post vaccinazione. Con più del 90% del personale scolastico che ha ricevuto la somministrazione, e con l’obbligo di Green Pass, è necessario un cambio di passo rispetto al passato, da tradurre in “basta Dad”. E invece si continua a mandare in quarantena intere classi anche solo per un positivo asintomatico.

L’argomento, dunque, continua ad essere dibattuto. Il sottosegretario Andrea Costa, oggi in Calabria, si è espresso sul tema provando ad “allargare un po’ le maglie”. La quarantena nelle scuole “è un tema sentito sul quale la politica sicuramente è chiamata a fare una riflessione ed assumersi una responsabilità – ha detto – È chiaro che siamo nell’alveo delle scelte che la politica deve fare sulla base anche delle indicazioni scientifiche del Comitato tecnico. Però una riflessione la dobbiamo fare perché l’obiettivo che abbiamo raggiunto è stato iniziare l’anno scolastico in presenza ma adesso l’obiettivo più grande è proseguire in presenza. Una valutazione sulla riduzione delle quarantene deve essere assolutamente presa in considerazione“. Così il sottosegretario alla Salute Andrea Costa, oggi in Calabria.

“Credo che in questa fase – prosegue – in cui siamo vicini ad un traguardo importante e penso davvero che possiamo superare il 90% dei vaccinati, alimentare un dibattito tra vaccino obbligatorio o no rischia di radicalizzare il confronto. Quando le contrapposizioni diventano forti – ha detto ancora il sottosegretario – non portano mai a risultati positivi. L’obbligo per il governo non è mai stato un tabù. Ci siamo già assunti la responsabilità di prevederlo per il personale sanitario e per chi accede nelle Rsa. Detto questo ci siamo affidati al senso di responsabilità dei cittadini che lo hanno ampiamente dimostrato”.

Anche Bertolaso dice stop alla Dad per l’intera classe con un solo positivo: “si facciano i tamponi anziché mandare in quarantena”