fbpx

Successo per le “Sette ultime parole di Nostro Signore Gesù Cristo sulla Croce” di Mercadante a Nocera Terinese

/

Si è svolto la domenica di Pasqua a Nocera Terinese l’oratorio “le Sette Ultime Parole di Nostro Signore Gesù Cristo sulla Croce” di Saverio Mercadante

Per cristiani e non, indubbiamente, il giorno di Pasqua rappresenta un giorno di fondamentale importanza: un giorno di resurrezione, di rinascita. E, significativo è che in un anno così particolare come questo si sia voluto rappresentare, in un periodo liturgico così particolare, mediante il progetto “Nuceria. Sacro, musica e suggestione”, il celebre oratorio per Soli, Coro e Orchestra “Le Sette Ultime Parole di Nostro Signore Gesù Cristo in Croce” di Saverio Mercadante: uno dei capolavori della musica sacra, composto dal compositore napoletano nel 1838. Rappresentato nella chiesa di San Giovanni Battista di Nocera Terinese e trasmesso, naturalmente, in live streaming, ha visto protagonisti alcune eccellenze musicali; dalla impeccabile bacchetta del maestro concertatore Sabrina Pugliano (allieva del celebre maestro Filippo Arlia e debuttante nella direzione di un concerto di alto livello artistico), alle lodevoli prestazioni dei solisti: il soprano Giorgia Teodoro, il mezzosoprano Ylenia Longo, il tenore Ivan  Stringelli ed il Basso Federico Benetti. Degne di encomio sono infine state, naturalmente, le prestazioni dell’orchestra filarmonica della Calabria ed anche del coro lirico “F. Cilea”: entrambe storiche eccellenze calabresi, di cui non possiamo che andare sempre orgogliosi. Quest’ultima, in particolare, come sempre magistralmente diretta dal maestro Bruno Tirotta.
Sperando dunque che eventi simili tornino a svolgersi con puntuale regolarità e con una auspicabile presenza di pubblico, volgiamo un conclusivo ma fondamentale plauso al maestro Filippo Arlia, grande sostenitore di questo evento (il quale, peraltro, nell’introduzione al concerto ha ben sottolineato, fra le altre cose, l’importanza di eventi di questo tipo in periodi difficili come questo) ed al conservatorio Tchaikovsky, partner del comune di Nocera Terinese; conclusiva, ma non per importanza, è la rilevanza poi del contributo, in tal senso, della regione Calabria: da sempre molto attenta alla musica ed all’arte della nostra regione.