fbpx

“Vergogna, assassino!”: il ministro Speranza contestato duramente a La Spezia | VIDEO

speranza contestato la spezia LUCA ZENNARO

Un gruppo di circa 100 cittadini ha surclassato di fischi il ministro alla Salute, contestato per la gestione della pandemia in Italia

Un gruppo di cittadini ha accolto a La Spezia il ministro della Sanità Roberto Speranza, arrivato nella città ligure come segretario di Articolo Uno per sostenere il candidato sindaco per il centrosinistra, Piera Sommovigo. Accerchiato da alcune decine di persone dopo essere sceso dall’auto, Speranza è stato costretto a scansare i presenti che intonavano slogan contro le chiusure e la campagna vaccinale messa in atto dal Governo italiano. “Vergogna”, “venduto” e “assassino” sono state le parole gridate dalla folla, armata di fischietti per coprire l’intervento di Speranza che avrebbe parlato all’esterno di un bar nella centrale Corso Cavour. Come si può notare dal video allegato all’articolo presenti almeno un centinaio di persone comuni, evidentemente contrarie alla gestione della pandemia e all’utilizzo di misure restrittive tra le più dure d’Europa che non sono riuscire a sortire gli effetti sperati.

Il servizio delle forze dell’ordine ha evitato che la situazione degenerasse, coi manifestanti che si sono limitati ai cori da qualche metro di distanza. “Nessuna paura, siamo in democrazia e le piazze sono il nostro spazio – ha detto Speranza durante il suo intervento – . Vengo qui a testa alta perché ho difeso il mio Paese, il diritto alla salute di migliaia di cittadini e oggi a testa alta sostengo un progetto politico per cambiare questa città. Il primo punto essenziale è rafforzare la sanità pubblica, perché questa passa anche dai nostri comuni”.

La Spezia protesta contro Speranza: cittadini ricoprono di fischi il suo arrivo | VIDEO

Il Ministro Speranza a Taurianova: ha partecipato alla commemorazione di Walter Schepis