fbpx

Reggina, è fatta per il ritorno di Gabriele Martino

gabriele martino toscano reggina Foto StrettoWeb / Salvatore Dato

Gabriele Martino torna per l’ennesima volta a lavorare per la Reggina: è fatta per il suo ritorno, da capire ancora con che ruolo

Comincia a prendere forma il nuovo organigramma della Reggina, proprio a qualche ora dalla presentazione ufficiale del nuovo Presidente Marcello Cardona. E così, dopo il neo proprietario Felice Saladini, e dopo appunto il nuovo numero uno annunciato oggi, ecco che salta fuori un’altra figura, non nuova agli ambienti amaranto, però: Gabriele Martino. Secondo quanto appreso, infatti, l’ex dirigente del club dello Stretto torna a far parte della società. Da capire ancora il ruolo che andrà ad intraprendere, ma l’ex spalla di Foti prima e Praticò poi sarà uno dei profili del club nato proprio una settimana fa, ripartito dopo l’arresto dell’ex patron Luca Gallo. Si attende adesso l’annuncio ufficiale e la presentazione. Possibili nuovi sviluppi la prossima settimana. Proprio oggi, infatti, Saladini e Cardona hanno spiegato che a partire da lunedì si entrerà nel vivo dell’organizzazione societaria, incluso CdA e questioni tecniche.

Chi è Gabriele Martino

Gabriele Martino, classe 1951, è nato a Reggio Calabria, dov’è cresciuto anche come calciatore. Dal campo alla panchina, dopo qualche anno nei campi dilettantistici, in amaranto torna come vice di Bigon, prima di passare alla scrivania e diventare DS per 15 lunghi anni, fino al 2004. E’ tra gli artefici, insieme a Lillo Foti e a Franco Iacopino, della prima promozione in Serie A della Reggina, ma i rapporti con gli amaranto si interrompono appunto nel 2004, quando Martino approda alla Lazio. Passa poi da Catanzaro e Perugia prima di tornare alla Reggina, nella prima stagione in B dopo quasi 10 anni di A, ma dura poco. Un altro ritorno in riva allo Stretto avviene con la neonata società di Mimmo Praticò, ma anche lì è toccata e fuga. Ora l’ennesimo rientro, con un’altra nuova società, quella di Saladini, con cui già aveva lavorato a Lamezia.