fbpx

Incendio Stromboli, Vigili del Fuoco: “operazioni non erano state autorizzate”

incendio stromboli 25-26 maggio

Il Comando provinciale dei vigili del fuoco di Messina ha precisato in merito alla possibilità che le fiamme siano divampate proprio nel corso delle riprese Rai

Nuove polemiche sono pronte ad aggiungere sull’incendio che è divampato a Stromboli nella giornata di ieri. I vigili del fuoco che erano stati inviati nell’Isola per l’assistenza alle riprese della fiction cinematografica sulla protezione civile “non erano sul luogo” al momento in cui le fiamme sono diventate incontrollabili e poi hanno distrutto una parte della vegetazione sull’isola delle Eolie. Lo hanno precisano dal Comando provinciale dei vigili del fuoco di Messina in merito alla possibilità che le fiamme siano divampate proprio nel corso delle riprese Rai, ipotesi al momento smentita dall’emittente televisiva nazionale.

Le squadre dei vigili del fuoco non si trovavano sul posto “in quanto non era ancora stato dato il nulla osta all’inizio delle attività”. Dal Comano quindi aggiungono: “ogni operazione eventualmente eseguita, sulla quale sono in corso accertamenti, non era autorizzata in assenza della squadra dei vigili del fuoco”.

La Cisl smentisce la Regione

“I vigili del fuoco sul set della fiction della Rai a Stromboli erano presenti solo per movimentare i mezzi del Corpo, secondo gli accordi tra la produzione e l’Amministrazione centrale del Corpo nazionale”. A precisarlo è il Segretario Generale della FNS CISL di Messina, Letterio Pagano, che sottolinea come “non corrisponda al vero, nonostante la nota della Regione, che la presenza era dovuta all’accensione e al controllo delle fiamme necessarie per la ripresa delle scene”“Sarà l’indagine disposta dalla Procura ad accertare la dinamica e le cause dell’incendio, ma quel che preme a questo sindacato – continua Pagano – è precisare che, al momento e sul luogo del divampare delle fiamme, non era presente alcun vigile del fuoco. I Vigili del Fuoco sono intervenuti prontamente successivamente riuscendo con non poche difficoltà a contenere l’incendio che aggrediva un’abitazione. Subito dopo, a causa del forte vento la situazione è divenuta non più gestibile con le sole forze di terra ed è stato necessaria chiamare i rinforzi aerei”.