fbpx

Calabria, Spirlì contro il tifoso del Vicenza: “scusa un cazzo, coglione”

spirlì

L’ex presidente f.f. della Regione Calabria non ha digerito le frasi razziste pronunciate da un giovane sostenitore vicentino nei confronti dei cosentini

Non basta chiedere scusa, parola di Nino Spirlì. L’ex presidente f.f. della Regione Calabria ha replicato al tifoso del Vicenza, punito con 5 anni di Daspo, per aver pubblicato su YouTube un video in cui pronunciava pesanti offese di stampo razzista nei confronti dei cosentini. Il 21enne veneto si dice in colpa per aver detto quelle frasi, si è scusato per l’errore commesso, ma qualcuno fa fatica ad accettare questo comportamento. Tra questi, appunto, c’è anche Spirlì che sui social scrive: “scusate un cazzo, coglione frutto dell’albero dei coglioni”, ha infierito l’attuale vicepresidente della Fondazione Musaba. Il caso sembra quindi tutt’altro che passato in secondo piano, anche se adesso dovrebbero essere proprio i personaggi istituzionali a provare a stemperare i toni. Il giovane ha sbagliato, è stato punito, adesso è fondamentale che lo sport torni ad essere il tema centrale del dibattito.