fbpx

Sanremo 2021, lo schiaffo di Renato Balestra: “abiti sottotono, mancano creatività e alta moda”

Foto di Ettore Ferrari / Ansa

Sanremo 2021, Renato Balestra critica le scelte degli outfit: secondo il famoso stilista gli abiti sono sottotono e manca la creatività italiana

Nessun abito all’altezza della manifestazione. Sottotono, ordinari, abbastanza convenzionali. Poteva essere l’occasione per celebrare la bellezza del Paese e il nostro made in Italy. Mancava la creatività italiana, mancava l’alta moda“. Renato Balestra rifila una critica tagliente agli outfit di Sanremo 2021. La manifestazione che dà lustro all’Italia sotto molteplici aspetti, non soltanto quelli musicali, non ha dato alcun risalto alla genialità tipica della moda italiana: abiti spenti, ordinari, sottotono.

Balestra aggiunge: sta prendendo sempre più spazio la performance, si predilige lo show, l’esibizione pura, vedi Achille Lauro con le sue ‘maschere’. Potrebbe essere interessante, curioso, ma se è qualcosa che si ripete… non c’è più la sorpresa. Sono d’accordo su quanto scritto da un quotidiano nazionale, ‘meglio il tubino nero che l’effetto Cenerentola’. Ed io aggiungo che, quando manca la creatività meglio puntare sul classico. A mio avviso Gigliola Cinquetti, nella sua estrema semplicità, era molto elegante“.