fbpx

Reggina-Empoli, Baroni: “In campo c’era divario, ma dopo il loro vantaggio abbiamo perso equilibrio”

marco baroni Foto di Federico Proietti / Ansa

Le parole del tecnico amaranto Marco Baroni, al termine del match del Granillo tra Reggina ed Empoli, direttamente dalla sala stampa del Granillo

E’ appena terminato il match del Granillo tra Reggina ed Empoli. Post gara accompagnato dalla consueta conferenza stampa del tecnico amaranto Marco Baroni. Queste le sue parole ai giornalisti.

LA PARTITA – “In campo è chiaro che c’era un divario. Lo avevo detto in fase di presentazione. L’Empoli ha delle certezze, ha qualità tecniche sopra la media, non solo della Reggina ma di tutte, ha corsa. Hanno fatto una partita centratissima. Noi potevamo contrastare se si sbagliava poco, ma l’eccessiva voglia dopo il gol ha fatto sì che concedessimo troppe ripartenze. Potevamo magari rimetterla un po’ in discussione, ma siamo stati anche poco precisi. Non mi piace quando si perde di equilibrio. Era complicata, per la vicinanza con l’altra e i pochi giorni di recupero. Ho voluto dare continuità alla formazione perché mi sembrava giusto. Alcuni non erano puliti, ci dovrà servire ma al di là di questo noi abbiamo fatto bene ma loro benissimo”.

I SINGOLI – “Ci sono dei giocatori che conosco bene, che hanno esperienza e un percorso e non devo metterli in campo per vederli. Altri sono arrivati non in condizione, hanno bisogno di giocare. Okwonkwo mi è piaciuto. Sto vedendo il calciatore per il quale ho voluto prenderlo, anche se non era proprio in un ruolo suo. Montalto stava facendo fatica, anche lui rientrava da uno stop per infortunio e non volevo rischiare che si facesse male. Anche Dalle Mura ha bisogno di giocare e andare in campo. Bellomo e Bianchi sono entrati molto bene. Denis sta bene e ci saranno partite in cui ci darà una mano”.

A prendere la parola in conferenza è poi Crisetig: “L’errore sul primo gol è stato mio, pensavo di poterla mandare in fallo laterale. Invece sono partiti ed hanno trovato il gol del vantaggio. Dobbiamo comunque trovare il lato positivo, dobbiamo restare uniti cercando di ripetere quanto di bene fatto anche oggi. Oggi era una partita dura, nel calcio si vince e si perde. Meglio vincerne una che pareggiarne tre, pensiamo alla prossima col Pisa che sarà molto importante. Rispetto alla gara di andata, siamo cambiati noi. Ci abbiamo sempre messo l’anima negli allenamenti, purtroppo si commettono degli errori. E’ questo il nostro percorso, dobbiamo lottare e restare concentrati. Non credo che oggi sia stata una partita disastrosa, sicuramente l’Empoli è stato migliore”.