fbpx

Coronavirus, l’indice Rt scende ancora e la Calabria resta in zona gialla per la 6ª settimana consecutiva: dati più vicini al bianco che all’arancione

Coronavirus, in Calabria l’indice Rt è crollato da 1.01 a 0.81: la Regione resterà in zona gialla almeno fino a Lunedì 15 Marzo, per la sesta settimana consecutiva

La Calabria resta in zona gialla, per la sesta settimana consecutiva. Ancora una volta le fandonie allarmiste su un presunto passaggio in arancione sono smentite dai fatti. L’ennesimo terrorismo mediatico si infrange contro la realtà, che non è affatto drammatica come viene dipinta da chi si affida al sentito dire delle testimonianze degli amici degli amici. Gli ospedali, seppur in modo lento e graduale, continuano a svuotarsi e della terza ondata di Coronavirus che sta colpendo il Centro/Nord Italia, in Calabria (così come Sicilia e Sardegna) non c’è neanche l’ombra. L’indice Rt appena fornito dalla cabina di regia del monitoraggio settimanale Iss-Ministero della Salute è crollato nell’ultima settimana: adesso in Calabria è di 0.81, tra i più bassi d’Italia e di gran lunga sotto la media nazionale che è di 1.06. Rispetto alla settimana precedente, quando l’indice Rt in Calabria era di 1.01, c’è stato un vero e proprio crollo di 0.20.

Complessivamente, i dati della Calabria sono più vicini alla zona bianca che a quella arancione.

guido longo commissario sanità calabriaA confermare la permanenza in zona gialla è stato il Commissario ad acta della sanità calabrese Guido Longo, rispondendo ai giornalisti: “Siamo gialli, siamo gialli al momento. Quindi non parliamo del futuro. Per noi non penso al momento. Per quanto riguarda le varianti, le stiamo monitorando. Ci sono stati casi di varianti inglesi. Ci stiamo attrezzando perché abbiamo i nostri laboratori del Mater Domini che sono attrezzati con i reagenti specifici proprio per le varianti. Entro una settimana entreranno in funzione anche altri due laboratori all’Asp di Reggio Calabria e all’Azienda ospedaliera Bianchi-Melacrino-Morelli di Reggio Calabria. Stiamo incrementando il piano vaccinale. Cercheremo di aumentare i punti vaccinali, che già sono in numero di 78 ma pensiamo di aumentarli a 100 o più di cento. Stiamo lavorando con la Protezione civile, perché il presidente Spirlì ha organizzato un’Unità di crisi che si riunisce quotidianamente per controllare l’andamento del piano vaccinale e apportare le ovvie modifiche, a seconda delle situazioni che emergono quotidianamente“.

Ecco tutti i dati dell’indice Rt aggiornato Regione per Regione aggiornato con i dati forniti oggi dall’ISS:

  • Molise 1.66 (settimana precedente 1.11)
  • Valle d’Aosta 1.21 (settimana precedente 0.94)
  • Toscana 1.18 (settimana precedente 1.19)
  • Basilicata 1.16 (settimana precedente 1.51)
  • Piemonte 1.15 (settimana precedente 1.02)
  • Lombardia 1.13 (settimana precedente 0.82)
  • Emilia Romagna 1.13 (settimana precedente 1.10)
  • Provincia autonoma di Trento 1.10 (settimana precedente 1.07)
  • Veneto 1.08 (settimana precedente 0.97)
  • Marche 1.08 (settimana precedente 0.98)
  • Lazio 0.98 (settimana precedente 0.94)
  • Campania 0.96 (settimana precedente 1.04)
  • Abruzzo 0.96 (settimana precedente 1.13)
  • Liguria 0.96 (settimana precedente 0.94)
  • Puglia 0.93 (settimana precedente 0.95)
  • Friuli Venezia Giulia 0.92 (settimana precedente 0.83)
  • Calabria 0.81 (settimana precedente 1.01)
  • Umbria 0.79 (settimana precedente 1.07)
  • Sicilia 0.79 (settimana precedente 0.71)
  • Provincia autonoma di Bolzano 0.75 (settimana precedente 0.92)
  • Sardegna 0.67 (settimana precedente 0.68)

Coronavirus, la Calabria resta “zona gialla” ma Spirlì vuole chiudere tutte le scuole da lunedì 8 marzo – LIVE