fbpx

Champions League, serata nera per la Lazio! L’autogol di Acerbi completa il poker del Bayern Monaco: al ritorno serve un’impresa

Foto di Maurizio Brambatti / BT /Ansa

Lazio travolta dal Bayern Monaco per 1-4: lo sfortunato autogol di Acerbi completa il poker dei tedeschi. Al ritorno in Germania servirà un’impresa

Il grande entusiasmo per essere tornati a giocare la fase ad eliminazione diretta della Champions League dopo 21 anni, periodo più lungo di sempre per un club, ha lasciato il posto all’amarezza per il risultato maturato in campo. La Lazio è stata travolta all’Olimpico dai campioni d’Europa e del Mondo del Bayern Monaco, autentica corazzata che seppur prima di elementi importanti come Gnabry, Muller, Pavard e Tolisso ha dominato la sfida per tutti i 90 minuti. Biancocelesti colpiti a freddo già nei primi minuti: un errore clamoroso, nato da un retropassaggio di Musacchio, ha spianato la strada per la rete del vantaggio a Robert Lewandowski, uno che normalmente non ha bisogno di regali per segnare a valanga.

Poco dopo il raddoppio del giovanissimo Musiala al quale segue, nel finale di tempo, il tris di Leroy Sanè che da due passi ribadisce in rete una respinta di Reina sulla conclusione di un indiavolato Coman. Ad inizio ripresa una sgroppata di Sanè coglie impreparata la difesa biancoceleste, il cross del tedesco sbatte sui piedi di Acerbi che nel tentativo di evitare il tap in di Davis finisce per fare autogol. La rabbia dell’ex Reggina è lo specchio della serata complicata dei ragazzi di Simone Inzaghi. Il gol della consolazione arriva da una splendida serpentina di Correa che batte Neuer e rende meno amaro il passivo. Al ritorno in Baviera servirà una vera e propria impresa.