Categoria: EDITORIALINEWSNOTIZIE DAL MONDO

A 4 anni prende il telefono della mamma e ordina 65 euro di cibo da McDonald’s: la storia del piccolo Tom diventa virale

Il piccolo Tom, di soli 4 anni, prende il telefono della mamma e ordina 65 euro di cibo da McDonald’s: l’incredibile storia fa il giro dei social

Durante il lockdown ristoranti, negozi che si occupano di ristorazione e fast food si sono dovuti attrezzare implementando o rendendo più efficiente il proprio servizio a domicilio. Raggiungere i clienti direttamente a casa, soddisfando le loro ordinazioni, ha infatti permesso di limitare i danni dovuti ai mancati introiti causati dalla pandemia di Coronavirus. A proposito di ordini online e cibo a domicilio, dal Brasile arriva una storia davvero particolare, diventata subito virale a causa del suo giovane protagonista. Il piccolo Tom, bambino di appena 4 anni, ha preso lo smartphone della madre ed ha ordinato ben 400 real brasiliani (circa 65 euro) di cibo da McDonald’s!

La madre, la signora Raissa Andrade, era intenta a farsi una doccia poichè tornata da poco a casa e al piccolo deve essere venuto un certo languorino… anzi forse anche qualcosa in più vista la mole di cibo ordinata! Anche il fattorino è apparso piuttosto in difficoltà nel portare: 6 Happy Meal, 6 menù promozionali, 8 McSundae, 10 frappè, 8 bottiglie d’acqua. Il tutto lasciato alla portinaia che ha avvertito subito la signora Raissa. Un errore nella consegna? No, è stato il piccolo Tom!

La madre ha raccontato attraverso i social che, avendo già ordinato del cibo online diverse volte in passato insieme al figlio, il bambino avrà appreso le dinamiche dell’operazione, riuscendo a fare tutto da solo. “Tom si è accorto che mancava un giocattolo dei Minion e una torta di mele”, ha ironizzato la signora Raissa raccontando l’assurda vicenda sul proprio profilo Instagram. La donna ha preso il tutto con il sorriso invitando alcuni parenti, che abitano nello stesso palazzo, a mangiare insieme: un’occasione per sorridere in un periodo piuttosto buio per tutti.