fbpx

Firmata l’ordinanza: a Messina ci sarà una spiaggia per nudisti

nudisti

Il Commissario straordinario del Comune, Leonardo Santoro, ha firmato un’ordinanza che dispone l’istituzione, nel tratto finale della spiaggia di San Saba, a Capo Rasocolmo, di un’area specifica in cui sarà possibile praticare il naturismo

Messina avrà la sua spiaggia per nudisti, è ufficiale. Il Commissario straordinario del Comune, Leonardo Santoro, ha infatti firmato un’ordinanza che dispone l’istituzione, nel tratto finale della spiaggia di San Saba, a Capo Rasocolmo, di un’area specifica in cui sarà possibile praticare il naturismo. La decisione arriva dopo mesi di polemiche e scaturisce in seguito all’episodio del luglio dell’anno scorso: in quell’occasione, proprio sulla spiaggia di Capo Rasocolmo, due nudisti erano stati multati dalla Polizia Municipale di Messina, costretti a pagare oltre 3 mila euro per “atti contrari alla pubblica decenza”.

Soddisfazione, per la firma dell’ordinanza, arriva da Arcigay Makwan Messina, nella persone del suo Presidente Rosario Duca: “sulla spiaggia naturista di Capo Rasocolmo – si legge – abbiamo vinto il primo round contro chi nell’estate 2021 ha tentato di negare il diritto dei naturisti in una località dove si pratica da oltre mezzo secolo. Quest’anno i naturisti potranno usufruire della spiaggia con tranquillità grazie all’ordinanza provvisoria da Arcigay Messina richiesta e firmata oggi dal commissario straordinario. Ringrazio l’ing. Santoro per la sensibilità dimostrata, ringrazio anche quanti in Consiglio comunale si sono schierati a favore dei diritti, la commissione consiliare specifica e in particolare lo sportello legale di Arcigay Messina. Adesso ci prepariamo a sostenere il “Pudm”, il Piano di utilizzo del demanio marittimo, nel suo iter e non faremo sconti, i diritti o sono per tutti o si chiamano privilegi”.