fbpx

Tragedia in Sicilia: trovato il cadavere di una minorenne in un burrone, fidanzatino confessa l’efferato omicidio [NOMI e FOTO]

/

Sicilia: Pietro Morreale, il giovane di 19 anni che ha fatto ritrovare in un burrone nelle campagne di Caccamo il cadavere semi carbonizzato dalla fidanzata Roberta Siragusa, di 17 anni, si trova in questo momento nella caserma dei caserma dei carabinieri di Termini Imerese

Efferato omicidio in Sicilia ai danni di una giovane minorenne. Pietro Morreale, di 19 anni, ha fatto ritrovare in un burrone nelle campagne di Caccamo il cadavere semi carbonizzato dalla fidanzata Roberta Siragusa, di 17 anni. Il giovane, che ha confessato l’omicidio, si trova in questo momento nella caserma dei caserma dei carabinieri di Termini Imerese per chiarire la dinamica dell’assassinio.

Sicilia: uccisa minorenne, sul corpo evidenti segni di bruciature

Sul corpo della vittima sono presenti segni di bruciature. Sul posto oltre al pm di turno e al medico legale, anche gli investigatori del SIS (Sezione investigazioni scientifiche) dei carabinieri, oltre ai vigili del fuoco e ai militari della compagnia carabinieri di Termini Imerese. Il sostituto della Procura della Repubblica di Termini Imerese, Giacomo Barbara, ha intanto disposto l’autopsia.

Sicilia: i due fidanzatini avrebbero litigano un una festa

Nella caserma dei carabinieri dove viene interrogato Pietro Morreale ci sono anche una decina di giovani che vengono ascoltati dagli investigatori come testimoni. Avrebbero partecipato, insieme ai due fidanzati, alla festa (nonostante la Zona Rossa) in una villetta nella zona di Monte San Calogero, a poca distanza dal luogo dove è avvenuto il ritrovamento del cadavere della 17enne. I testimoni avrebbero parlato di un litigio tra Pietro e Roberta, che si sarebbero allontanati dalla villa intorno a mezzanotte. I carabinieri stanno anche visionando le immagini delle telecamere di sorveglianza del paese.

Sicilia: sui social insulti a Pietro Morreale

Pietro Morreale il 19enne che ha fatto ritrovare il corpo della fidanzatina, su Facebook ha 2925 amici e tante foto soprattutto selfie, qualcuna con la sorella e la vittima. Sul profilo social di Morreale sono apparsi centinaia di commenti di gente che invoca la sua sofferenza e la sua morte. La pagina Facebook di Roberta Siragusa mostra, invece, poche foto e qualche selfie.