fbpx

MotoGp – La Yamaha ha deciso: Valentino Rossi non sarà sotituito, bocciata la candidatura di Jorge Lorenzo

(Photo by Mirco Lazzari gp/Getty Images

La Yamaha ha deciso di non sostituire Valentino Rossi: bocciata la candidatura di Jorge Lorenzo per il Gp di Teruel, il regolamento consente di correre anche con un solo pilota

La positività al Coronavirus riscontrata da Valentino Rossi nei giorni scorsi ha lasciato la Yamaha con il solo Maverick Vinales come pilota utilizzabile nei due weekend ravvicinati ad Aragon. E a quanto sembra la scuderia di Iwata non ha intenzione di far correre un secondo pilota al posto del ‘Dottore’. La candidatura di Jorge Lorenzo, che nelle ultime ore ha preso quota, è stata bocciata, probabilmente visti i tempi poco competitivi fatti registrare a Le Mans. Il regolamento comunque prevede la possibilità che la Yamaha corra con un solo pilota. Il forfait di Valentino Rossi è infatti arrivato entro i 10 giorni dalla gara successiva, dunque prima che scatti l’obbligo di sostituzione del pilota. La Yamaha in base all’articolo 1.11.3 del Regolamento Sportivo potrà permettersi di schierare tra sette giorni il solo Maverick Vinales e solo nel caso in cui Valentino Rossi dovesse essere ancora fuori prima della gara di Valencia (8 novembre), dovrebbe obbligatoriamente trovare un sostituto.