fbpx

Le Ricette di StrettoWeb – Ragù alla Calabrese

/

Le ricette di StrettoWeb: ricetta e tradizione del ragù alla Calabrese

Alcuni piatti non sono semplici pietanze ma veri e propri riti: il ragù calabrese, che rievoca subito i giorni di festa, viene realizzato con carne di manzo e di maiale, salsiccia al finocchietto, polpette ed una salsa squisita arricchita da tanti aromi. I segreti del ragù, che per tradizione si mangia insieme ai maccheroni di casa, sono la lenta cottura e, ovviamente, la qualità della carne! Questo secondo piatto nutriente piace davvero a tutti! 

Difficoltà: media

Preparazione: 30 minuti

Cottura: 2 ore

Porzioni: 4 persone

Costo: medio

INGREDIENTI

Per le polpette:

300 gr. di tritato di vitello

Pangrattato q.b.

40 gr. di parmigiano grattugiato

1 uovo

1 spicchio d’aglio

1 ciuffo di prezzemolo

Sale e pepe

Per il ragù di carne:

4 nodi di salsiccia al finocchietto

300 gr. di muscolo bovino

300 gr. di grasso e magro

700 ml. di passata di pomodoro

600 gr. di pomodori pelati

2 cipolle

Sedano

Carote

1 foglia di alloro

Semi di finocchietto

Vino rosso

1 ciuffo di basilico

Olio, sale e pepe.

Preparazione

Iniziate a preparare le polpette: in una ciotola mettete la carne macinata, il pangrattato, il formaggio, l’uovo, l’aglio ed il prezzemolo tritati e, per finire, sale e pepe. Impastate e, con le mani inumidite, formate le polpette, passatele in padella con un filo d’olio per pochi minuti e mettetele da parte. Adesso tritate sedano carote e cipolla e fateli rosolare con olio extravergine per un paio di minuti in una pentola capiente. Unite la carne di vitello e di maiale, fatela soffriggere per pochi minuti e sfumatela col vino rosso. Aggiungete la passata di pomodoro, il finocchietto, l’alloro, il sale ed un pizzico di pepe. Cuocete tutto per un’ora circa a fuoco moderato e, nel frattempo, fate sbollentare la salsiccia ed eliminate l’acqua. Unite al sugo la salsiccia e le polpette e proseguite la cottura per un’ora finchè la carne non risulterà morbida.

Conservazione

Il ragù di carne si conserva in frigorifero per un paio di giorni.

Curiosità e benefici di questo piatto

Nella cucina tradizionale calabrese era consuetudine preparare i sughi di carne durante i giorni di festa essendo, questa, un alimento pregiato e costoso. Ogni regione italiana conserva una variante di ragù ma la sua origine è francese infatti il “ragout”, che vuol dire “svegliare l’appetito”, era una salsa squisita da consumare con i crostoni di pane o col purè di patate e divenne, nel XIX secolo, un alimento nutriente per i soldati francesi. In Italia il naturale accostamento di questa salsa alla pasta diede vita al gustoso ragù della domenica.

Il consiglio della zia

Anche gli gnocchi di patate, come i maccheroni, si uniscono perfettamente a questo ragù.