Categoria: EDITORIALINEWSSPORT

FIFA 21 – Ibrahimovic attacca EA Sports sui diritti d’immagine: possibile frecciatina per la Beckham edition?

Zlatan Ibrahimovic attacca EA Sports sui social per i diritti d’immagine relativi al videogioco FIFA 21: vediamo come stanno le cose

Ibrahimovic FIFA 21: l’attacco social – Zlatan Ibrahimovic non perde mai occasione di fare polemica sui social e quando scrive qualcosa i suoi post diventano subito virali. Se l’argomento d’interesse del bomber svedese diventa poi FIFA 21, il videogioco più popolare di calcio al mondo, la notizia non può che essere sulla bocca di tutti. Attraverso i suoi profili social il bomber svedese ha lanciato un vero e proprio attacco ad EA Sport: “chi ha dato a FIFA EA Sports il permesso di usare il mio nome e la mia faccia? LA FIFPro? Non sapevo di essere un membro e se lo sono, mi hanno inserito con qualche strana manovra e senza il mio consenso esplicito. E di certo non ho mai dato il permesso alla FIFA o alla FIFPro di fare soldi usandomi. Qualcuno sta facendo i soldi col mio nome e la mia faccia senza nessun tipo di accordo in questi anni. E’ tempo di investigare“.

Foto Getty / FRANCESCO PECORARO

Ibrahimovic FIFA 21: i diritti d’immagine – Posto il fatto che sia difficile che Zlatan Ibrahimovic si sia accorto solo oggi della sua presenza su FIFA 21, ma anche nei videogiochi precedenti visto che parla di ‘anni’ e lui si è fatto fotografare con una sua carta speciale in FIFA 17, EA Sports non avrebbe colpa. Visto che la federazione Serie A è iscritta alla FIFPro (associazione calciatori professionisti), l’azienda canadese (così come la Konami per PES) è autorizzata a riprodurre nome e sembianze reali dei calciatori in attività presenti nel campionato. Un pratico esempio di questo discorso è il campionato brasiliano in FIFA 21: nessuna licenza, dunque calciatori con nomi inventati e volti casuali. FIFA per ottenere la possibilità di avere nomi e volti reali dovrebbe accordarsi personalmente con ogni calciatore, eventualità davvero complicata, specialmente se dovendola applicare ad ogni club di tutti i campionati di tutto il mondo.

Ibrahimovic FIFA 21: è colpa di Beckham? – Dunque Ibrahimovic dice la verà o ha preso un abbaglio? Solo lo stesso Zlatan potrà chiarirlo. Ci sarebbe però una terza ipotesi, quella del sarcasmo che spesso il bomber rossonero usa nei suoi post. Recentemente FIFA 21 ha creato una versione dedicata a David Beckham, pagato profumatamente la bellezza di 45 milioni di euro (ne ha guadagnati 28 con i Galaxy da giocatore!) per poter utilizzare la sua icona in FUT e nelle altre modalità del gioco. Possibile dunque che Ibrahimovic abbia insinuato qualcosa del tipo: pagate un ex giocatore come Beckham così tanto e sfruttate ‘gratis’ l’immagine del ‘Dio del calcio’ ancora in attività? Non ci sarebbe da stupirsi, del resto Zlatan è sempre Zlatan.