Vi sta a cuore la vostra automobile? Se la risposta è sì attenzione all’olio motore: i consigli di Autoricambi Calabrò per non sbagliare

Foto StrettoWeb / Salvatore Dato

Le performance del proprio veicolo vengono fortemente influenzate da quelle del sistema di lubrificazione, incidendo sulla durata della vita del motore

Non è sufficiente acquistare un olio motore, da sostituire periodicamente, per poter garantire alla propria automobile il top delle prestazioni. Di fatti, le performance del proprio veicolo vengono fortemente influenzate da quelle del sistema di lubrificazione, che non solamente permetterà all’auto di poter funzionare meglio, ma inciderà direttamente sulla durata della vita del motore.

Cerchiamo allora di comprendere – grazie alla consulenza di Autoricambi Calabrò, leader nel settore a Reggio Calabria – quale tipo di olio motore conviene utilizzare in questa parte finale di stagione invernale.

Gli oli motore quando fa freddo
Quando il clima non è caldo è fondamentale scegliere un olio motore che sia in grado di lubrificare il motore a freddo. E’ utile in questo comprendere che la lettera W che contraddistingue la marcatura dell’olio motore indica la temperatura a cui la pompa dell’olio è in grado di lavorare correttamente, e l’albero motore è in grado di essere azionato con una coppia sufficiente ad avviare il motore. Dunque, la lettera W ci indica che l’olio motore può essere tranquillamente utilizzato anche durante l’inverno. Le cifre che accompagnano la lettera indicano invece le caratteristiche alle alte temperature.

Gli oli 5w30 e 5w40

Foto StrettoWeb / Salvatore Dato

Tra gli oli motore più diffusi per la stagione invernale ci sono sicuramente quelli di categoria 5w30 e 5w40. Entrambi assicurano le stesse caratteristiche alle basse temperature, con una viscosità ottimale per l’avviamento del motore a -30 gradi e fluidità a -35 gradi. A cambiare sono le principalmente le caratteristiche alle alte temperature, considerato che la viscosità cinematica del tipo 5w30 varia tra 9,3 e 12,5 mm2/s, mentre la viscosità dinamica è pari a 2,9 mPas. Nel caso dell’olio motore 5w40, questi valori sono pari a 12,5 – 16,3 mm2/s e a 3,5 mPas.

Tra pro e contro
Evidentemente, ciascuna di queste categorie di olio motore presenta vantaggi e svantaggi.
A titolo di esempio, Calabrò Autoricambi ci rammenta come l’olio motore 5w40 sia in grado di produrre una pellicola di olio tendenzialmente più spessa, che può essere l’ideale per poter lubrificare il motore di auto che hanno necessità di alte prestazioni. Di contro, proprio l’elevata resistenza all’avviamento potrebbe influenzare le prestazioni dinamiche sul motore. Si tenga anche in considerazione che maggiore è la scala delle temperature di utilizzo e minore sarà la sua durata.

Di contro l’olio motore 5w30 viene pompato meglio attraverso il sistema di lubrificazione. Ne deriva che questo olio motore può assicurare una migliore pulizia dei componenti del sistema di alimentazione, può favorire il raffreddamento e, in sintesi, contenere il consumo di carburante.

Naturalmente, il nostro suggerimento finale non può che essere quello di condividere le proprie effettive necessità con un professionista del settore, che possa condividere con voi quali siano i componenti migliori da applicare nel proprio specifico veicolo. In questo modo si eviteranno errori anche gravi, che potrebbero abbattere l’efficienza delle prestazioni della propria auto e porre a rischio la sicurezza durante l’avviamento e durante la percorrenza della stessa.

Per qualsiasi dubbio o domanda è possibile rivolgersi direttamente ad Autoricambi Calabrò, Via Reggio Campi II Tronco, N° 5/7 – Reggio Calabria – Telefono: 0965 26637.