fbpx

Raccolta differenziata, il presidente di Messinaservizi: “Problematiche dovute alla poca collaborazione di cittadini e amministratori” [FOTO E VIDEO]

/

A seguito delle segnalazioni relative all’accumulo di immondizia nelle zone di confine tra le aree in cui è già attiva la raccolta differenziata e quelle in cui ancora si conferisce nei cassoni generici, arriva il chiarimento di Giuseppe Lombardo, presidente di Messinaservizi

Non si profila nessuna emergenza rifiuti a Messina, stanno emergendo delle criticità molto circostanziate dovute purtroppo a comportamenti poco consoni di alcuni cittadini che gettano rifiuti in zone limitrofe alle loro pur di non effettuare la raccolta differenziata. Avviene quindi la ‘trasmigrazione’ di rifiuti da un quartiere all’altro per pigrizia e mancato senso civico dei cittadini, che creano mini discariche e cassonetti strapieni. Si è passati da 2196 cassoni a carico laterale, presenti in città ad ottobre scorso a poco meno di 400, oggi. Le criticità si registrano soprattutto nella giornata del lunedì, su poco più di 20 postazioni, che puntualmente vengono superate con qualche ora di ritardo, così come documentato dalle foto allegate”, così il presidente di Messinaservizi Bene Comune Giuseppe Lombardo.

Messinaservizi Bene comune sta lavorando sempre con lo stesso impegno e solerzia – prosegue Lombardo – tuttavia soprattutto il lunedì si creano dei disagi in alcune aree a confine con quella dove già è iniziata la differenziata. Qui oltre ai rifiuti della zona vengono conferiti anche quelli di alcune zone dove esiste già il porta a porta ma i residenti preferiscono ancora conferire nei cassonetti. Le zone segnalate sulla stampa per l’accumulo di rifiuti nei cassonetti erano già state ripulite ieri, anche perché proprio per evitare a questi inconvenienti, abbiamo già predisposto un doppio turno di raccolta dei rifiuti in questi quartieri a confine con le aree dove è già iniziata la differenziata, come già avvenuto in precedenza con le zone 3 dell’area Nord e Sud e un servizio di disinfezione”.

Inoltre, se è vero – prosegue Lombardo – che si registrano problematiche per l’avvio della differenziata nelle zone 4 dell’Area Nord e Sud, tutto questo è dovuto ancora anche alla poca collaborazione di cittadini e soprattutto degli amministratori di condominio, che  in alcuni casi, non hanno provveduto nonostante i numerosi solleciti e le comunicazioni ufficiali, ad organizzare il servizio per l’esposizione e il ritiro dei carrellati nei condomini, causando molti disagi ai nostri operatori e confusione per la raccolta. Per questo motivo abbiamo mandato proprio oggi delle pec agli amministratori sollecitandoli affinché provvedano all’organizzazione del servizio interno per il conferimento. Anche in queste ultime zone delle aree Nord e Sud presto provvederemo al ritiro dei cassonetti e auspichiamo, con l’aiuto dei cittadini e degli amministratori, che la raccolta porta a porta possa funzionare a regime. I dati di Luglio della raccolta differenziata ci confortano visto che in meno di un anno la frazione secca è aumentato del 75% passando da 821 tonnellate a 1.440 tonnellate di imballaggi ( carta, cartone, plastica, metalli e vetro)”.

Messina, ripristino del decoro a seguito dei fenomeni di “conferimento selvaggio” dei rifiuti [VIDEO]