Reggio Calabria, manifestazione del Coolap contro l’Asp: “i commissari sono i primi a non rispettare la legalità” [FOTO e INTERVISTE]

  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
/

Reggio Calabria, oggi la manifestazione del Coolap contro l’Asp: “alcune scelte stanno portando i servizi e i lavoratori al completo dissesto economico”

Nuova manifestazione del Coolap presso la sede della direzione generale dell’Asp di Reggio Calabria contro “l’indolenza dei commissari prefettizi dell’Asp, della regione Calabria e di tutta la classe politica ha condotto i servizi psichiatrici verso una situazione a dir poco tragica”. Giuseppe Foti e Vincenzo Barbaro affermano: “il nostro è un mondo dove le persone disabili e i loro problemi non interessano e dove si oggettivizza l’essere umano e lo si rende un numero, che deve rientrare su criteri di spesa o interessi materiali che non guardano in faccia nessuno. Purtroppo dimentichiamo un fattore esistenziale importantissimo, ossia che l’essere umano è in quanto tale solo attraverso il riconoscimento dell’altro e dei suoi bisogni. I pagamenti dei servizi resi, perennemente in ritardo, diventano sempre una corsa a ostacoli, dove bisogna sottostare anche all’umore del singolo dirigente o impiegato che dovrebbe fare ma non fa, o ad una presunta cronologia delle fatture che non valuta adeguatamente l’importanza di questi servizi, che sono indirizzati a persone fragili e bisognose. I commissari dell’Asp di Reggio Calabria, che hanno da sempre inneggiato con severa disciplina alla legalità, sono i primi a non rispettarla. Vogliamo ricordare loro per l’ennesima volta, che esiste una legge (la 381/1991) che stabilisce che le prestazioni delle cooperative sociali e dei soggetti senza fine di lucro sono parificate a quelle fornite dal personale dipendente dei servizi pubblici. In tutto questo dobbiamo aggiungere la scadenza di fine giugno della proroga per l’accreditamento, che lascia il settore nell’incertezza più assoluta e con molte preoccupazioni per il proprio futuro”, concludono.

Reggio Calabria, protesta del Coolap contro l’Asp: le parole di Vincenzo Barbaro [VIDEO]

Reggio Calabria, manifestazione del Coolap contro l’Asp: le parole di Giuseppe Foti [VIDEO]