fbpx

Guasto all’automobile? Come riconoscere quelli più frequenti grazie ai consigli di Autoricambi Calabrò

Foto StrettoWeb / Salvatore Dato

Cerchiamo di capire, insieme ad Autoricambi Calabrò, quali sono i guasti che più comunemente interessano gli automobilisti calabresi

Anche chi non ambisce a diventare un esperto automobilista, potrà certamente trarre utilità nel comprendere come riconoscere i guasti auto più frequenti e soprattutto nel sapere che cosa fare dinanzi ad essi.  Proprio per questo motivo abbiamo intervistato gli esperti di Autoricambi Calabrò, per capire insieme quali sono i guasti che più comunemente interessano gli automobilisti calabresi, e che cosa si possa fare nel caso in cui uno di questi pregiudizi riguardi il proprio veicolo.

La batteria
Chiariamolo subito: trovarsi con la batteria scarica è una delle situazioni più spiacevoli per un automobilista e, probabilmente, nel corso della propria vita sarà capitato a tutti (o quasi) tentare di mettere in moto la macchina e scoprire che non si accende. I sintomi della batteria scarica a volte tendono a comparire all’improvviso, rendendo così difficile prevenire questo problema. Ad ogni modo, bisognerebbe fare attenzione all’accensione della spia della batteria che non sparisce sul cruscotto, e al fatto che a volte la macchina può stentare ad accendersi. Se ci si accorge di qualcuna di queste anomalie, è sempre opportuno far controllare la batteria da un elettrauto.

La frizione

Altro problema piuttosto diffuso è quello della frizione, ovvero quel componente che serve a trasferire il movimento dal motore al cambio. Se i cambi di marcia diventano gradualmente meno fluidi, la frizione “strappa”, il pedale si fa sempre più duro e “risale” lentamente, i giri del motore tendono ad aumentare anche senza accelerazione, possiamo trovarci dinanzi a una frizione che ci sta per salutare.

Foto StrettoWeb / Salvatore Dato

La pompa della benzina
La pompa della benzina è quel componente dell’auto che serve a trasferire il carburante dal serbatoio al motore. Se si rompe, sono guai! Ll’auto tenderà infatti a rimanere in panne. Per poter evitare di arrivare a questo punto, bene fare attenzione ai sintomi preliminari, come la particolare rumorosità del motore, la difficoltà nell’avviamento del mezzo o la risposta più lenta all’acceleratore.

I freni
I freni rappresentano uno dei componenti fondamentali per la sicurezza della propria auto e, proprio per questo motivo, andrebbero controllati periodicamente. Tra i sintomi principali che bisognerebbe monitorare e accertare, ci sono sicuramente i tempi di frenata più lunghi, l’affondo anomalo del pedale, una strana vibrazione del mezzo infrenata, la comparsa di un rumore metallico quando si frena. Sebbene tali sintomi non siano un elenco esaustivo di problemi ai freni, in caso di loro avvenimento è sempre opportuno portare l’auto da un meccanico.

Foto StrettoWeb / Salvatore Dato

Il climatizzatore
Certo, l’auto può ben funzionare anche senza climatizzatore e dunque questo guasto potrebbe non esser così importante come gli altri ma, proviamo a riparlarne d’estate! Tipici segnali di un clima che non funziona sono la sua mancata partenza: in questo caso, è possibile che il problema sia da ricercarsi nella rottura del compressore. Se invece le prestazioni del climatizzatore dell’auto sono inferiori allo standard, allora la risposta è da ricercarsi nella mancanza di liquido refrigerante o del filtro antipolline sporco. Meglio dunque una controllata presso un’officina autorizzata, per poter ripristinare gli attesi livelli di efficienza.

Per qualsiasi dubbio o domanda è possibile rivolgersi direttamente ad Autoricambi Calabrò, Via Reggio Campi II Tronco, N° 5/7 – Reggio Calabria – Telefono: 0965 26637.