fbpx

Reggio Calabria: bambini trovato un esemplare di “Garzetta” mentre giocano al parco, affidata alla Lipu per le cure del caso [FOTO e DETTAGLI]

/

Reggio Calabria, i bambini dopo aver visto l’esemplare hanno subito contattato Lipu e Corpo Forestale

Un esemplare di Garzetta o volpe volante è stata ritrovata questo pomeriggio a Cannavò, zona collinare di Reggio Calabria da un gruppo di bambini che mentre giocavano al parco, hanno notato l’animale posato all’interno del parco. Il volatile è stato trovato dai bambini Vincenzo Romeo, Cutrupi Demetrio, Giuseppe Marino e Serena Marino che hanno subito contattato la Lipu (Lega Italiana Protezione Uccelli) e il Corpo Forestale per far prestare le cure del caso. Da una prima ricostruzione sembrerebbe che la Garzetta sia finita all’interno del parco perchè si era smarrita.

La Garzetta è lunga circa 55–65 cm, il suo peso varia da 350 a 650 g ed ha un’apertura alare di 85–95 cm. Il piumaggio è interamente bianco, ha un lungo lungo becco nero e zampe affilate, la parte inferiore del piede è giallastra. L’iride è gialla. Non esiste una caratteristica evidente che differenzi i due sessi. La garzetta, come del resto quasi tutti gli aironi, è un uccello molto legato all’acqua. Infatti frequenta prevalentemente ambienti acquitrinosi, sponde di fiumi, laghi e stagni. È un uccello migratore, svernante e nidificante. È presente in quasi tutto il bacino del Mediterraneo, Africa, Asia meridionale, Australia e Indonesia. Le popolazioni italiane di garzetta sono in parte migratrici e in parte stanziali. Quelle migratrici nidificano nella pianura padana e svernano in Africa, oppure sono popolazioni nidificanti in Europa centrale che svernano in Italia. Le popolazioni stanziali sono presenti soprattutto in Sicilia e lungo le coste meridionali.