Reggina, occhio alle retrocesse: ricco paracadute per Spal, Brescia e Lecce sul mercato. Ma gli amaranto non sono da meno

lecce spal Photo by Maurizio Lagana/Getty Images

La Reggina dovrà fare attenzione alle tre retrocesse dal campionato di Serie A. Per Spal, Brescia e Lecce è in arrivo un paracadute molto importante

Il campionato di Serie A è da poco andato in archivio, sono arrivati i verdetti per la retrocessione. A fare compagnia a Spal e Brescia è stato il Lecce, per la squadra di Liverani fatale la sconfitta casalinga contro il Parma e la contemporanea vittoria del Genoa contro il Verona. Adesso l’intenzione è quella di ripartire ancora più forti, anche grazie all’aiuto del paracadute. Si tratta una somma messa a disposizione delle società per rendere meno problematica una retrocessione e provare a ricostruire un progetto per tentare un’immediata risalita. La cifra può raggiungere un massimo di 60 milioni di euro: Brescia, Spal e Lecce dovranno dividersi 45 milioni di euro.

Ecco le tre fasce:

  • fascia A: le neopromosse tornate in Serie B dopo appena una stagione (10 milioni di euro);
  • fascia B: le retrocesse dopo aver militato in A per due stagioni anche non consecutive nelle ultime tre, compresa quella in cui è maturata la retrocessione dalla Serie A (15 milioni di euro);
  • fascia C: le retrocesse dopo aver militato in Serie A per tre stagioni anche non consecutive nelle ultime quattro, compresa quella in cui è maturata la retrocessione (25 milioni di euro).

Brescia e Lecce fanno parte della fascia A, quindi riceveranno 10 milioni di euro ciascuna, la Spal è in Serie A dal 2017 e incasserà ben 25 milioni di euro. Si tratta di introiti molto importanti che mettono le tre squadre in cima sul fronte calciomercato con la possibilità di spendere molto ed acquistare calciatori di alto livello. Ovviamente non si tratta di una bella notizia per la Reggina, che dovrà competere con forze economiche in grado di lottare per la promozione: dalle neopromosse Monza e Vicenza, fino alle tre retrocesse che potranno contare sul paracadute. E’ stato evitato il Genoa, una potenza che avrebbe fatto la voce grossa in Serie B: oltre alla proprietà molto forte (nonostante l’intenzione del presidente Preziosi di cedere), avrebbe ricevuto altri 25 milioni di euro con la possibilità di allestire una squadra veramente fuori categoria. Ma la Reggina ha già dimostrato di non essere da meno, gli investimenti portati avanti dal presidente Gallo possono compensare i mancati introiti del paracadute, senza dimenticare l’abilità dei dirigenti che hanno già fatto la differenza in Serie C con un budget iniziale inferiore rispetto ad altre squadre.

Ripescaggi Serie B e Serie C: tanti club sull’orlo del baratro tra problemi economici, stadio e scandalo scommesse

La disperazione di Mancosu, la moglie e la figlia a consolarlo: esiste ancora il calcio “bello”